UE; Loiero: nessun ritardo per utilizzo fondi

lunedì 9 luglio 2007


UE; Loiero: nessun ritardo per utilizzo fondi

(regioni.it) ''La Calabria è pronta,  non ha mancato e non manchera' l'appuntamento. Non c'e' alcun ritardo, ne' alcun pericolo. Il Por 2007-2013 e' definito nelle strategie e nel dettaglio e ha concluso due giorni fa la concertazione con il  partenariato istituzionale, economico e sociale che condivide  obiettivi, priorita' e linee di intervento. Siamo pronti ad avviare il negoziato con la Commissione Europea. D'altra parte Bruxelles non  attende soltanto la Calabria mancando all'appello altri programmi nazionali e interregionali''. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, per stroncare sul nascere le perplessita' manifestate dalla portavoce della commissaria europea alla Politica Regionale Danuta Hubner sull'invio del Programma Operativo 2007-2013  cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale che, comunque, nella prossima settimana, come previsto e concordato con i Servizi  della Commissione, arrivera' a Bruxelles.

“La Calabria e' la regione piu' povera e, di conseguenza, anchela piu' complessa - ha aggiunto il presidente Loiero con una nota del portavoce - e non ci potevamo permettere il lusso di eventuali superficialita'. Siamo convinti, infatti, che questa e' l'ultima  occasione per portare la nostra regione a livelli accettabili. Voglio  confermare - ha concluso Loiero - che e' ben riposta l'apertura di credito che la commissaria Hubner in una intervista di pochi mesi fa ha offerto a questo governo regionale, riconoscendo la totale inversione di tendenza rispetto ai disastri fatti da altri in passato.Si e' lavorato bene e con la nuova programmazione si vedranno gli

altri risultati''. A conferma del rispetto del calendario concordato,l'assessore al Fondi nazionali e comunitari Mario Maiolo, ha reso notoche un incontro per il negoziato formale si terra' a Bruxelles nella prima settimana di settembre e che l'avvio delle procedure per la decisione di approvazione del Por da parte della Commissione Europea avverra' regolarmente entro la fine dello stesso mese. ''Attendiamo che i programmi nazionali, in fase di definizione, diano le risposte strutturali che la Calabria rivendica - ha detto l'assessore Maiolo - in quanto sulle infrastrutture e' il governo nazionale a dovere sbloccare la situazione''. ''Col governo stiamo facendo una parallela e serrata trattativa, pretendendo cio' che fino ad ora non e' mai stato dato alla Calabria - ha spiegato Maiolo - E cioe' un sistema di infrastrutture adeguato  alle necessita'. Non e' un caso che il programma nazionale non e'  ancora chiuso. La Calabria non puo' cedere su alcun fronte perche' ne va del suo futuro. Con il Dipartimento abbiamo prodotto uno sforzo enorme che il partenariato ha ben compreso. E con queste promesse  siamo pronti al confronto con la Commissione europea, nei tempi previsti''.

(red/06.07.07)

 

N. 964 - 06 Luglio 2007