Agricoltura: UE recupera fondi

giovedì 3 agosto 2006


Agricoltura: UE recupera fondi

(regioni.it) Per non aver rispettato le regole di gestione della politica agricola comune (Pac), Bruxelles si appresta a recuperare da sette Stati membri, tra cui l'Italia, 161,9 milioni di euro.

In particolare, Roma dovra' restituire 9,41 milioni per controlli ritenuti incompleti o inappropriati per quanto riguarda la distruzione nel settore dell'ortofrutta. Ma anche 2,64 milioni per altre deficienze e inosservanze.

Oltre che all'Italia, la Commissione non ha riconosciuto alla Francia spese per 85,8 milioni di euro, alla Spagna per 46,5 milioni, alla Grecia per 14,5 milioni. Recupero di denaro inoltre anche in Irlanda, Portogallo e Gran Bretagna.

''La procedura di recupero e' fondamentale se vogliamo che il denaro dei contribuenti europei sia speso correttamente'', ha commentato la commissaria Ue all'agricoltura Mariann Fischer Boel secondo la quale negli ultimi anni ''sono stati compiuti enormi progressi per migliorare i controlli''.

A fine settembre sara' ultimato il procedimento di assegnazione dei fondi sbloccati dalla Ue per la crisi aviaria (45 milioni di euro). Lo ha annunciato il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Paolo De Castro, precisando che ''il parere richiesto alle Regioni non costituira' un ritardo''.

''Il parere - ha detto il ministro - e' stato chiesto su sollecitazione delle Regioni. E' giusto che gli enti locali - ha proseguito - partecipino nella costruzione del decreto operativo che applica il regolamento comunitario. Ma - ha precisato - non costituira' ritardo''.

La prima Conferenza Stato-Regioni, ha fatto sapere il ministro, e' stata fissata per meta' settembre. ''Ci dara' un parere, ma non ci sono possibilita' di grandi modifiche, perche' si tratta di applicare un regolamento europeo - ha detto De Castro - noi possiamo informare meglio e di piu' le Regioni, soprattutto quelle che hanno organismi pagatori regionali. Insomma - ha precisato - non c'e' spacchettamento di risorse ma queste andranno direttamente alle imprese''.

(red/03.08.06

 

N. 775 - 03 Agosto 2006