[Agenzie] AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020

martedì 27 maggio 2014


[Agenzie] -

 

AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020
ZCZC IPN 652
POL --/T
AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020
ROMA (ITALPRESS) - Il ministro delle Politiche agricole Maurizio
Martina ha incontrato oggi gli assessori all'Agricoltura delle
Regioni, per definire l'attuazione nel nostro Paese della Politica
agricola comune 2014-2020, che vale 52 miliardi di euro. E' stato
raggiunto un accordo sul testo base del Ministero, assumendo le
modifiche unitarie proposte dalle Regioni, che hanno portato alla
definizione dell'intesa complessiva sul nuovo sistema di pagamenti
diretti.
"Le scelte sono state fatte, nonostante la riduzione delle risorse
rispetto alla precedente programmazione 2007-2013 - spiega il
ministero in una nota -, privilegiando un criterio di equita',
rispettando l'equilibrio territoriale, sintetizzando le numerose
istanze provenienti dai diversi settori e rafforzando gli ambiti
strategici dell'agricoltura italiana".
Le principali decisioni assunte hanno riguardato la ripartizione
degli aiuti accoppiati, per i quali e' stata fissata una quota
all'11%, pari a oltre 426 milioni di euro, lasciando il 4% delle
risorse al pagamento di base. I settori sui quali sono state
concentrate le risorse sono: zootecnia da carne e da latte, piano
proteico e seminativi (riso, barbabietola e pomodoro da
industria), olivicoltura; per incentivare il lavoro giovanile, e'
prevista la maggiorazione degli aiuti diretti nella misura del 25%
per i primi 5 anni di attivita' per le aziende condotte da under
40, assicurando il livello massimo di plafond disponibile che
ammonta a circa 80 milioni di euro; i soggetti beneficiari della
Pac, con allargamento della "black list" ed esclusione dai
contributi delle banche, societa' finanziarie, assicurative e
immobiliari.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
sat/com
27-Mag-14 19:36
NNNN


NNNN

AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020-2-
ZCZC IPN 653
POL --/T
AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020-2-
Inoltre si e' deciso di applicare una riduzione del 50% dei
pagamenti diretti sulla parte eccedente i 150.000 euro del
pagamento di base e del 100% per la parte eccedente i 500.000
euro. In tale ambito e' stato valorizzato al massimo il lavoro in
quanto dal taglio saranno esclusi i costi relativi alla
manodopera, salari stipendi, contributi versati a qualsiasi titolo
per l'esercizio dell'attivita' agricola. L'accordo prevede anche
la definizione della figura dell'agricoltore attivo; la
convergenza, dove si e' scelto di considerare l'Italia come
Regione unica; le misure di sostegno per le aree svantaggiate e di
montagna, per le quali e' stata individuata una diversificazione
delle condizioni per essere considerati agricoltori attivi e un
premio differenziato per il latte di montagna.
Si e' deciso, inoltre, di intervenire in maniera integrata con
altri strumenti quali i programmi di sviluppo rurale e l'OCM
ortofrutta attivando una misura a favore del pomodoro da industria
e una misura in favore della meccanizzazione nelle aree rurali.
E' stato anche stabilito che nel 2016 verranno effettuate
verifiche sull'operativita' e sull'attuazione delle nuove misure,
alla luce anche delle scelte che verranno compiute dagli altri
partner europei.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
sat/com
27-Mag-14 19:36
NNNN


NNNN

AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020-3-
ZCZC IPN 654
POL --/T
AGRICOLTURA: RAGGIUNTO ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC 2014-2020-3-
"L'accordo arriva dopo un lungo lavoro con le Regioni - commenta
il ministro Martina -, che ci consente oggi di scrivere un
capitolo importante della nuova Pac, mantenendo l'impegno di
chiudere entro il mese di maggio. Abbiamo fatto scelte decisive
per il futuro e per il rilancio dell'agricoltura, guardando in
particolare a settori strategici come la zootecnia e
l'olivicoltura e programmando un piano proteico nazionale e il
sostegno a colture come la barbabietola, il riso e il pomodoro da
industria. Fondamentali anche le scelte di una piu' equa
distribuzione delle risorse. Abbiamo privilegiato il lavoro e i
giovani, proprio perche' questo settore puo' essere protagonista
del rilancio economico del Paese".
"Ringrazio i colleghi assessori - spiega l'assessore della Regione
Puglia e coordinatore nazionale degli assessori regionali
all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni - per il grande senso di
responsabilita' dimostrato nel costruire una proposta unitaria,
che testimonia la volonta' di dare agli agricoltori piu' tempo
possibile per adeguarsi alla riforma. Pur nella difficolta' della
nuova Pac, il sistema delle Regioni, collaborando con il
Ministero, e' riuscito a trarre un'intesa complessiva a favore del
sistema agricolo e che tiene conto delle difficolta' dei settori
produttivi".
(ITALPRESS).
sat/com
27-Mag-14 19:36
NNNN


NNNN
ZCZC
ASC0303 1 CRO 0 R01 / LK XX ! 1 X

Agricoltura: Mipaaf, raggiunta intesa con Regioni su politica comune =
(ASCA) - Roma, 27 mag 2014 - Il Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali comunica che il Ministro
Maurizio Martina ha incontrato oggi gli Assessori
all'Agricoltura delle Regioni italiane, per definire
l'attuazione nel nostro Paese della Politica agricola comune
2014-2020, che vale 52 miliardi di euro.
A seguito della riunione e' stato raggiunto un accordo sul
testo base del Ministero, assumendo le modifiche unitarie
proposte dalle Regioni, che hanno portato alla definizione
dell'intesa complessiva sul nuovo sistema di pagamenti
diretti. Le scelte sono state fatte, nonostante la riduzione
delle risorse rispetto alla precedente programmazione
2007-2013, privilegiando un criterio di equita', rispettando
l'equilibrio territoriale, sintetizzando le numerose istanze
provenienti dai diversi settori e rafforzando gli ambiti
strategici dell'agricoltura italiana.
Le principali decisioni assunte hanno riguardato: - la
ripartizione degli aiuti accoppiati, per i quali e' stata
fissata una quota all'11%, pari a oltre 426 milioni di euro,
lasciando il 4% delle risorse al pagamento di base. I settori
sui quali sono state concentrate le risorse sono: zootecnia
da carne e da latte, piano proteico e seminativi (riso,
barbabietola e pomodoro da industria), olivicoltura; - per
incentivare il lavoro giovanile, e' prevista la maggiorazione
degli aiuti diretti nella misura del 25% per i primi 5 anni
di attivita' per le aziende condotte da under 40, assicurando
il livello massimo di plafond disponibile che ammonta a circa
80 milioni di euro; i soggetti beneficiari della Pac, con
allargamento della ''black list'' ed esclusione dai
contributi delle banche, societa' finanziarie, assicurative e
immobiliari; -si e' deciso di applicare una riduzione del 50%
dei pagamenti diretti sulla parte eccedente i 150.000 euro
del pagamento di base e del 100% per la parte eccedente i
500.000 euro. In tale ambito e' stato valorizzato al massimo
il lavoro in quanto dal taglio saranno esclusi i costi
relativi alla manodopera, salari stipendi, contributi versati
a qualsiasi titolo per l'esercizio dell'attivita' agricola;
la definizione della figura dell'agricoltore attivo; la
convergenza, dove si e' scelto di considerare l'Italia come
Regione unica; le misure di sostegno per le aree
svantaggiate e di montagna, per le quali e' stata individuata
una diversificazione delle condizioni per essere considerati
agricoltori attivi e un premio differenziato per il latte di
montagna.
Si e' deciso, inoltre, di intervenire in maniera integrata
con altri strumenti quali i programmi di sviluppo rurale e
l'OCM ortofrutta attivando una misura a favore del pomodoro
da industria e una misura in favore della meccanizzazione
nelle aree rurali.
com-mpd/
271939 MAG 14

NNNN
ZCZC
ASC0305 1 CRO 0 R01 / LK XX ! 1 X

Agricoltura: Mipaaf, raggiunta intesa con Regioni su politica comune (2) =
(ASCA) - Roma, 27 mag 2014 - E' stato anche stabilito che nel
2016 verranno effettuate verifiche sull'operativita' e
sull'attuazione delle nuove misure, alla luce anche delle
scelte che verranno compiute dagli altri partner europei.
''L'accordo arriva dopo un lungo lavoro con le Regioni - ha
dichiarato il Ministro delle politiche agricole alimentari e
forestali, Maurizio Martina - che ci consente oggi di
scrivere un capitolo importante della nuova Pac, mantenendo
l'impegno di chiudere entro il mese di maggio. Abbiamo fatto
scelte decisive per il futuro e per il rilancio
dell'agricoltura, guardando in particolare a settori
strategici come la zootecnia e l'olivicoltura e programmando
un piano proteico nazionale e il sostegno a colture come la
barbabietola, il riso e il pomodoro da industria.
Fondamentali anche le scelte di una piu' equa distribuzione
delle risorse. Abbiamo privilegiato il lavoro e i giovani,
proprio perche' questo settore puo' essere protagonista del
rilancio economico del Paese''.
''Ringrazio i colleghi assessori - ha dichiarato l'Assessore
della Regione Puglia e coordinatore nazionale degli assessori
regionali all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni - per il grande
senso di responsabilita' dimostrato nel costruire una
proposta unitaria, che testimonia la volonta' di dare agli
agricoltori piu' tempo possibile per adeguarsi alla riforma.
Pur nella difficolta' della nuova Pac, il sistema delle
Regioni, collaborando con il Ministero, e' riuscito a trarre
un'intesa complessiva a favore del sistema agricolo e che
tiene conto delle difficolta' dei settori produttivi''.
com-mpd/
271939 MAG 14

NNNN

AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A ZOOTECNIA"
ZCZC IPN 666
POL --/T
AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A ZOOTECNIA"
ROMA (ITALPRESS) - "Sono abbastanza soddisfatto dell'accordo
trovato nella Conferenza delle Regioni, perche' di fatto e' stata
accolta la proposta delle Regioni del Nord, assegnando la
prevalenza degli aiuti accoppiati alla zootecnia, colonna
portante dell'agricoltura". E' comunque positivo il commento
dell'assessore all'Agricoltura della Lombardia Gianni Fava, dopo
la fumata bianca sulla ripartizione in chiave interna del Primo
pilastro della Pac. "Il negoziato si e' chiuso rispettando la
volonta' della Lombardia e delle Regioni del Nord, che stamattina
si sono presentate in maniera compatta alla Conferenza delle
Regioni con una proposta di mediazione - afferma l'assessore
lombardo -. Questo ha portato a un compromesso che, se e' vero che
non ci soddisfa pienamente perche' avremmo voluto ridurre al
minimo le categorie dei beneficiari, e' altrettanto innegabile che
nell'assegnare un plafond dell'11% delle risorse per gli aiuti
accoppiati, riconosce la prevalenza alla zootecnia". Si e' passati
cosi' dal 10 all'11%, "con quel punto aggiuntivo ripartito fra le
richieste del Nord, concentrate sostanzialmente sulla zootecnia, e
quelle del Centro e del Sud".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
pc/COM
27-Mag-14 19:50
NNNN


NNNN

AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A...-2-
ZCZC IPN 667
POL --/T
AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A...-2-
Fra le colture beneficiarie entra anche la soia, con una cifra
intorno ai 10 milioni di euro, che nella proposta iniziale non era
prevista. Rimangono invariate le aperture verso le altre colture,
dal riso all'olio, dal pomodoro alla barbabietola, cosi' come
nella soluzione avanzata dal ministro delle Politiche agricole.
Quanto alla zootecnia, destinataria nel complesso di 220 milioni
di euro su un totale di 426 milioni, sono ascritti fra i segmenti
produttivi ammessi agli aiuti accoppiati anche i vitelli a carne
bianca, altra novita' del documento approvato.
Fava torna sulla novita' del negoziato, data appunto da una
compattezza granitica del Nord attorno alla proposta lombarda.
"Questo dimostra che quando si lavora congiuntamente per sostenere
gli agricoltori i risultati poi si ottengono - commenta
l'assessore -. So bene che si tratta di una mediazione e
indubbiamente avremmo preferito qualcosa in piu', ma alla fine ha
prevalso il buon senso".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
pc/COM
27-Mag-14 19:50
NNNN


NNNN

AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A...-3-
ZCZC IPN 668
POL --/T
AGRICOLTURA: ACCORDO MIPAAF-REGIONI SU PAC, FAVA "220 MLN A...-3-
"Ringrazio il ministro delle Politiche agricole - dice ancora Fava
- per l'atteggiamento rispettoso delle prerogative delle Regioni e
per aver cercato a lungo una soluzione condivisa in larga misura
dagli attori della Conferenza delle Regioni". Nell'ambito del
Primo pilastro della Pac sono state fatte scelte importanti anche
sul 'capping', il tetto aziendale massimo sulle risorse
comunitarie. La digressione contributiva operera' nella misura del
50% sopra la soglia dei 150.000 euro e del 100% sopra i 500.000
euro.
(ITALPRESS).
pc/COM
27-Mag-14 19:50
NNNN


NNNN
ZCZC
AGI0862 3 CRO 0 R01 /

Agricoltura: Mipaaf, intesa raggiunta con Regioni su Pac 2014-20 =
(AGI) - Roma, 27 mag. - Raggiunta l'intesa tra ministero e Regioni
per definire l'attuazione nel nostro Paese della Politica agricola
comune 2014-2020, che vale 52 miliardi di euro. Lo comunica il
ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dopo
l'incontro di oggi tra il ministro Maurizio Martina e gli assessori
all'Agricoltura delle Regioni italiane. A seguito della riunione e'
stato raggiunto un accordo sul testo base del Ministero, assumendo le
modifiche unitarie proposte dalle Regioni, che hanno portato alla
definizione dell'intesa complessiva sul nuovo sistema di pagamenti
diretti. Le scelte sono state fatte, nonostante la riduzione delle
risorse rispetto alla precedente programmazione 2007-2013,
privilegiando un criterio di equita', rispettando l'equilibrio
territoriale, sintetizzando le numerose istanze provenienti dai
diversi settori e rafforzando gli ambiti strategici dell'agricoltura
italiana. (AGI)
Pgi (Segue)
271955 MAG 14

NNNN
ZCZC
AGI0863 3 CRO 0 R01 /

Agricoltura: Mipaaf, intesa raggiunta con Regioni su Pac 2014-20 (2) =
(AGI) - Roma, 27 mag. - Le principali decisioni assunte hanno
riguardato: - la ripartizione degli aiuti accoppiati, per i quali e'
stata fissata una quota all'11%, pari a oltre 426 milioni di euro,
lasciando il 4% delle risorse al pagamento di base. I settori sui
quali sono state concentrate le risorse sono: zootecnia da carne e da
latte, piano proteico e seminativi (riso, barbabietola e pomodoro da
industria), olivicoltura; - per incentivare il lavoro giovanile, e'
prevista la maggiorazione degli aiuti diretti nella misura del 25%
per i primi 5 anni di attivita' per le aziende condotte da under 40,
assicurando il livello massimo di plafond disponibile che ammonta a
circa 80 milioni di euro; - i soggetti beneficiari della Pac, con
allargamento della "black list" ed esclusione dai contributi delle
banche, societa' finanziarie, assicurative e immobiliari; - si e'
deciso di applicare una riduzione del 50% dei pagamenti diretti sulla
parte eccedente i 150.000 euro del pagamento di base e del 100% per
la parte eccedente i 500.000 euro. In tale ambito e' stato
valorizzato al massimo il lavoro in quanto dal taglio saranno esclusi
i costi relativi alla manodopera, salari stipendi, contributi versati
a qualsiasi titolo per l'esercizio dell'attivita' agricola; - la
definizione della figura dell'agricoltore attivo; - la convergenza,
dove si e' scelto di considerare l'Italia come Regione unica; - le
misure di sostegno per le aree svantaggiate e di montagna, per le
quali e' stata individuata una diversificazione delle condizioni per
essere considerati agricoltori attivi e un premio differenziato per
il latte di montagna. (AGI)
Pgi (Segue)
271955 MAG 14

NNNN
ZCZC
AGI0864 3 CRO 0 R01 /

Agricoltura: Mipaaf, intesa raggiunta con Regioni su Pac 2014-20 (3)=
(AGI) - Roma, 27 mag. - Si e' deciso, inoltre, di intervenire
in maniera integrata con altri strumenti quali i programmi di
sviluppo rurale e l'OCM ortofrutta attivando una misura a
favore del pomodoro da industria e una misura in favore della
meccanizzazione nelle aree rurali. E' stato anche stabilito che
nel 2016 verranno effettuate verifiche sull'operativita' e
sull'attuazione delle nuove misure, alla luce anche delle
scelte che verranno compiute dagli altri partner europei.
"L'accordo arriva dopo un lungo lavoro con le Regioni - ha
dichiarato il Ministro delle politiche agricole alimentari e
forestali, Maurizio Martina - che ci consente oggi di scrivere
un capitolo importante della nuova Pac, mantenendo l'impegno di
chiudere entro il mese di maggio. Abbiamo fatto scelte decisive
per il futuro e per il rilancio dell'agricoltura, guardando in
particolare a settori strategici come la zootecnia e
l'olivicoltura e programmando un piano proteico nazionale e il
sostegno a colture come la barbabietola, il riso e il pomodoro
da industria. Fondamentali anche le scelte di una piu' equa
distribuzione delle risorse. Abbiamo privilegiato il lavoro e i
giovani, proprio perche' questo settore puo' essere
protagonista del rilancio economico del Paese". "Ringrazio i
colleghi assessori - ha dichiarato l'Assessore della Regione
Puglia e coordinatore nazionale degli assessori regionali
all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni - per il grande senso di
responsabilita' dimostrato nel costruire una proposta unitaria,
che testimonia la volonta' di dare agli agricoltori piu' tempo
possibile per adeguarsi alla riforma. Pur nella difficolta'
della nuova Pac, il sistema delle Regioni, collaborando con il
Ministero, e' riuscito a trarre un'intesa complessiva a favore
del sistema agricolo e che tiene conto delle difficolta' dei
settori produttivi". (AGI)
Pgi
271955 MAG 14

NNNN
ZCZC9128/SXA
XEF62851
U ECO S0A QBXB
Agricoltura: Martina, su Pac accordo raggiunto con Regioni
Vale 52 mld di euro; Ministro, scelte decisive per il futuro
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Accordo raggiunto tra il ministro
delle politiche agricole Maurizio Martina e gli Assessori
regionali all'Agricoltura sull'attuazione in Italia della
Politica agricola comune 2014-2020, che vale 52 miliardi di
euro. Lo comunica una nota del dicastero. "L'accordo arriva dopo
un lungo lavoro con le Regioni - afferma il ministro - che ci
consente oggi di scrivere un capitolo importante della nuova
Pac, mantenendo l'impegno di chiudere entro maggio. Abbiamo
fatto scelte decisive per il futuro e per il rilancio
dell'agricoltura guardando a settori strategici''. (ANSA).

BRB
27-MAG-14 19:55 NNN
ZCZC9295/SXA
XEF62965
R ECO S0A QBXB
Agricoltura: Martina, su Pac accordo raggiunto con Regioni (2)

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Tra le principali decisioni, la
ripartizione degli aiuti accoppiati, per i quali e' stata fissata
una quota all'11%, pari a oltre 426 milioni di euro, lasciando
il 4% delle risorse al pagamento di base. I settori sui quali
sono state concentrate le risorse sono: zootecnia da carne e da
latte, piano proteico e seminativi (riso, barbabietola e
pomodoro da industria), olivicoltura. Per incentivare il lavoro
giovanile, e' prevista la maggiorazione degli aiuti diretti nella
misura del 25% per i primi 5 anni di attivita' per le aziende
condotte da under 40, assicurando il livello massimo di plafond
disponibile che ammonta a circa 80 milioni di euro. Il perimetro
dei soggetti beneficiari della Pac, con allargamento della
"black list" ed esclusione dai contributi delle banche, societa'
finanziarie, assicurative e immobiliari. Riduzione del 50% dei
pagamenti diretti sulla parte eccedente i 150.000 euro del
pagamento di base e del 100% per la parte eccedente i 500.000
euro. In tale ambito e' stato valorizzato al massimo il lavoro in
quanto dal taglio saranno esclusi i costi relativi alla
manodopera, salari stipendi, contributi versati a qualsiasi
titolo per l'esercizio dell'attivita' agricola; Misure di
sostegno per le aree svantaggiate e di montagna, per le quali e'
stata individuata una diversificazione delle condizioni per
essere considerati agricoltori attivi e un premio differenziato
per il latte di montagna. E' stato anche stabilito che nel 2016
verranno effettuate verifiche sull'operativita' e sull'attuazione
delle nuove misure, alla luce anche delle scelte che verranno
compiute dagli altri partner europei.
Il ministro Martina ha parlato ''scelte decisive per il
futuro e per il rilancio dell'agricoltura, guardando in
particolare a settori strategici come la zootecnia e
l'olivicoltura e programmando un piano proteico nazionale e il
sostegno a colture come la barbabietola, il riso e il pomodoro
da industria. Fondamentali anche le scelte di una piu' equa
distribuzione delle risorse. Abbiamo privilegiato il lavoro e i
giovani, proprio perche' questo settore puo' essere protagonista
del rilancio economico del Paese".
"Ringrazio i colleghi assessori - ha dichiarato l'Assessore
della Regione Puglia e coordinatore nazionale degli assessori
regionali all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni - per il grande
senso di responsabilita' dimostrato nel costruire una proposta
unitaria, che testimonia la volonta' di dare agli agricoltori piu'
tempo possibile per adeguarsi alla riforma. Pur nella difficolta'
della nuova Pac, il sistema delle Regioni, collaborando con il
Ministero, e' riuscito a trarre un'intesa complessiva a favore
del sistema agricolo e che tiene conto delle difficolta' dei
settori produttivi".(ANSA).

BRB
27-MAG-14 20:11 NNN
ZCZC
ADN1397 3 ECO 0 ADN ECO NAZ

AGRICOLTURA: MIPAAF, RAGGIUNTA INTESA CON REGIONI SU PAC 2014-2020 =


Roma, 27 mag. (Adnkronos) - Raggiunta l'intesa con le Regione
sulla Politica Agricola Comune 2014-2020. Ad annunciarlo, in una nota,
è il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Il
ministro Maurizio Martina ha incontrato oggi gli Assessori
all'Agricoltura delle Regioni italiane, per definire l'attuazione nel
nostro Paese della Pac 2014-2020, che vale 52 miliardi di euro. A
seguito della riunione è stato raggiunto un accordo sul testo base del
ministero, assumendo le modifiche unitarie proposte dalle Regioni, che
hanno portato alla definizione dell'intesa complessiva sul nuovo
sistema di pagamenti diretti.

Le scelte sono state fatte, nonostante la riduzione delle
risorse rispetto alla precedente programmazione 2007-2013,
privilegiando un criterio di equità, rispettando l'equilibrio
territoriale, sintetizzando le numerose istanze provenienti dai
diversi settori e rafforzando gli ambiti strategici dell'agricoltura
italiana.

Le principali decisioni assunte hanno riguardato la ripartizione
degli aiuti accoppiati, per i quali è stata fissata una quota all'11%,
pari a oltre 426 milioni di euro, lasciando il 4% delle risorse al
pagamento di base. I settori sui quali sono state concentrate le
risorse sono: zootecnia da carne e da latte, piano proteico e
seminativi (riso, barbabietola e pomodoro da industria), olivicoltura.
Per incentivare il lavoro giovanile, è prevista la maggiorazione degli
aiuti diretti nella misura del 25% per i primi 5 anni di attività per
le aziende condotte da under 40, assicurando il livello massimo di
plafond disponibile che ammonta a circa 80 milioni di euro. (segue)

(Sec-Mcc/Col/Adnkronos)
27-MAG-14 20:14

NNNN
ZCZC
ADN1401 3 ECO 0 ADN ECO NAZ

AGRICOLTURA: MIPAAF, RAGGIUNTA INTESA CON REGIONI SU PAC 2014-2020 (2) =

(Adnkronos) - Tra le decisioni, c'è anche quella relativa ai
soggetti beneficiari della Pac, con allargamento della ''black list''
ed esclusione dai contributi delle banche, società finanziarie,
assicurative e immobiliari. Si è deciso poi di applicare una riduzione
del 50% dei pagamenti diretti sulla parte eccedente i 150.000 euro del
pagamento di base e del 100% per la parte eccedente i 500.000 euro. In
tale ambito è stato valorizzato al massimo il lavoro in quanto dal
taglio saranno esclusi i costi relativi alla manodopera, salari
stipendi, contributi versati a qualsiasi titolo per l'esercizio
dell'attività agricola.

L'intesa prevede la definizione della figura dell'agricoltore
attivo; la convergenza, dove si è scelto di considerare l'Italia come
Regione unica; le misure di sostegno per le aree svantaggiate e di
montagna, per le quali è stata individuata una diversificazione delle
condizioni per essere considerati agricoltori attivi e un premio
differenziato per il latte di montagna.

Si è deciso, inoltre, di intervenire in maniera integrata con
altri strumenti quali i programmi di sviluppo rurale e l'OCM
ortofrutta attivando una misura a favore del pomodoro da industria e
una misura in favore della meccanizzazione nelle aree rurali. È stato
anche stabilito che nel 2016 verranno effettuate verifiche
sull'operatività e sull'attuazione delle nuove misure, alla luce anche
delle scelte che verranno compiute dagli altri partner europei.
(segue)

(Sec-Mcc/Col/Adnkronos)
27-MAG-14 20:20

NNNN
ZCZC
ADN1403 3 ECO 0 ADN ECO NAZ

AGRICOLTURA: MIPAAF, RAGGIUNTA INTESA CON REGIONI SU PAC 2014-2020 (3) =

(Adnkronos) - ''L'accordo arriva dopo un lungo lavoro con le
Regioni - ha dichiarato il ministro Martina - che ci consente oggi di
scrivere un capitolo importante della nuova Pac, mantenendo l'impegno
di chiudere entro il mese di maggio. Abbiamo fatto scelte decisive per
il futuro e per il rilancio dell'agricoltura, guardando in particolare
a settori strategici come la zootecnia e l'olivicoltura e programmando
un piano proteico nazionale e il sostegno a colture come la
barbabietola, il riso e il pomodoro da industria. Fondamentali anche
le scelte di una più equa distribuzione delle risorse. Abbiamo
privilegiato il lavoro e i giovani, proprio perché questo settore può
essere protagonista del rilancio economico del Paese''.

''Ringrazio i colleghi assessori - ha dichiarato l'Assessore
della Regione Puglia e coordinatore nazionale degli assessori
regionali all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni - per il grande senso di
responsabilità dimostrato nel costruire una proposta unitaria, che
testimonia la volontà di dare agli agricoltori più tempo possibile per
adeguarsi alla riforma. Pur nella difficoltà della nuova Pac, il
sistema delle Regioni, collaborando con il Ministero, è riuscito a
trarre un'intesa complessiva a favore del sistema agricolo e che tiene
conto delle difficoltà dei settori produttivi''.

(Sec-Mcc/Col/Adnkronos)
27-MAG-14 20:20

NNNN


ZCZC
DIR0574 3 AMB 0 RR1 / DIR

AGRICOLTURA. INTESA MIPAAF-REGIONI SU POLITICA COMUNE 2014-2020
MARTINA: "CAPITOLO IMPORTANTE, SCELTE DECISIVE PER IL FUTURO".

(DIRE) Roma, 27 mag. - "Il ministro, Maurizio Martina, ha
incontrato oggi gli assessori all'Agricoltura delle Regioni
italiane, per definire l'attuazione nel nostro Paese della
Politica agricola comune 2014-2020, che vale 52 miliardi di
euro". Cosi' in una nota il ministero delle Politiche agricole
alimentari e forestali.
A seguito della riunione "e' stato raggiunto un accordo sul
testo base del ministero, assumendo le modifiche unitarie
proposte dalle Regioni, che hanno portato alla definizione
dell'intesa complessiva sul nuovo sistema di pagamenti diretti".
Le scelte sono state fatte, spiega il ministero, "nonostante la
riduzione delle risorse rispetto alla precedente programmazione
2007-2013, privilegiando un criterio di equita', rispettando
l'equilibrio territoriale, sintetizzando le numerose istanze
provenienti dai diversi settori e rafforzando gli ambiti
strategici dell'agricoltura italiana".
Le principali decisioni assunte hanno riguardato:
- la ripartizione degli aiuti accoppiati, per i quali e' stata
fissata una quota all'11%, pari a oltre 426 milioni di euro,
lasciando il 4% delle risorse al pagamento di base. I settori sui
quali sono state concentrate le risorse sono: zootecnia da carne
e da latte, piano proteico e seminativi (riso, barbabietola e
pomodoro da industria), olivicoltura;
- per incentivare il lavoro giovanile, e' prevista la
maggiorazione degli aiuti diretti nella misura del 25% per i
primi 5 anni di attivita' per le aziende condotte da under 40,
assicurando il livello massimo di plafond disponibile che ammonta
a circa 80 milioni di euro;(SEGUE)
(Com/Ekp/ Dire)
20:00 27-05-14

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0575 3 AMB 0 RR1 / DIR

AGRICOLTURA. INTESA MIPAAF-REGIONI SU POLITICA COMUNE 2014-2020 -2-


(DIRE) Roma, 27 mag. - Seguono le decisioni assunte dall'intesa
Mipaaf-Regioni:

- i soggetti beneficiari della Pac, con allargamento della 'black
list' ed esclusione dai contributi delle banche, societa'
finanziarie, assicurative e immobiliari;
- si e' deciso di applicare una riduzione del 50% dei pagamenti
diretti sulla parte eccedente i 150.000 euro del pagamento di
base e del 100% per la parte eccedente i 500.000 euro. In tale
ambito e' stato valorizzato al massimo il lavoro in quanto dal
taglio saranno esclusi i costi relativi alla manodopera, salari
stipendi, contributi versati a qualsiasi titolo per l'esercizio
dell'attivita' agricola;
- la definizione della figura dell'agricoltore attivo;
- la convergenza, dove si e' scelto di considerare l'Italia come
Regione unica;
- le misure di sostegno per le aree svantaggiate e di montagna,
per le quali e' stata individuata una diversificazione delle
condizioni per essere considerati agricoltori attivi e un premio
differenziato per il latte di montagna; Si e' deciso, inoltre, di
intervenire in maniera integrata con altri strumenti quali i
programmi di sviluppo rurale e l'OCM ortofrutta attivando una
misura a favore del pomodoro da industria e una misura in favore
della meccanizzazione nelle aree rurali.(SEGUE)
(Com/Ekp/ Dire)
20:00 27-05-14

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0576 3 AMB 0 RR1 / DIR

AGRICOLTURA. INTESA MIPAAF-REGIONI SU POLITICA COMUNE 2014-2020 -3-


(DIRE) Roma, 27 mag. - E' stato anche stabilito che "nel 2016
verranno effettuate verifiche sull'operativita' e sull'attuazione
delle nuove misure, alla luce anche delle scelte che verranno
compiute dagli altri partner europei".
L'accordo, ha commentato Martina, "arriva dopo un lungo lavoro
con le Regioni che ci consente oggi di scrivere un capitolo
importante della nuova Pac, mantenendo l'impegno di chiudere
entro il mese di maggio. Abbiamo fatto scelte decisive per il
futuro e per il rilancio dell'agricoltura, guardando in
particolare a settori strategici come la zootecnia e
l'olivicoltura e programmando un piano proteico nazionale e il
sostegno a colture come la barbabietola, il riso e il pomodoro da
industria". Secondo il ministro sono "fondamentali anche le
scelte di una piu' equa distribuzione delle risorse. Abbiamo
privilegiato il lavoro e i giovani, proprio perche' questo
settore puo' essere protagonista del rilancio economico del
Paese".
L'assessore della Regione Puglia e coordinatore nazionale
degli assessori regionali all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni, ha
ringraziato "i colleghi assessori per il grande senso di
responsabilita' dimostrato nel costruire una proposta unitaria,
che testimonia la volonta' di dare agli agricoltori piu' tempo
possibile per adeguarsi alla riforma. Pur nella difficolta' della
nuova Pac, il sistema delle Regioni, collaborando con il
ministero, e' riuscito a trarre un'intesa complessiva a favore
del sistema agricolo e che tiene conto delle difficolta' dei
settori produttivi".
(Com/Ekp/ Dire)
20:00 27-05-14

NNNN


NNNN