+T -T


Mercato bio Ue vale 34mld, Italia seconda per coltivazioni Prezzi alla produzione +150%. Cina prima fornitrice estera-Ue

lunedì 11 marzo 2019

ZCZC1427/SXA
OBX50710_SXA_QBXB
R ECO S0A QBXB

   (ANSA) - BRUXELLES, 11 MAR - Cresce il mercato del bio in
Europa, con superfici coltivate aumentate del 70% tra il 2009 e
il 2017 e 34,3 miliardi di vendite al dettaglio. E la forte
domanda porterà a un incremento della produzione interna e delle
importazioni. E' l'istantanea che emerge dal rapporto della
Commissione europea sull'agricoltura biologica e, per la prima
volta, le importazioni in Ue.
   Spagna e Italia si confermano i Paesi con le superfici a
biologico più estese, Germania e Danimarca i mercati più grandi
in termini assoluti e relativi. Le aziende bio sono in media due
volte più grandi e hanno rese inferiori dal 40 all'85% rispetto
a quelle convenzionali, con molta variabilità secondo il
prodotto. Nel latte, per esempio, le rese sono quasi
equivalenti. Il divario tra le rese viene compensato con
sovrapprezzi alla produzione più alti in media del 150% rispetto
ai prezzi normali.
   Le importazioni nell'Ue di alimenti biologici hanno
totalizzato 3,4 milioni di tonnellate nel 2018, principalmente
materie prime, con la Cina principale fornitore (oltre 415mila
tonnellate, il 12,7% del totale).

     YY5-TI
11-MAR-19 10:29 NNN