Cimice asiatica: Bonaccini, serve un fondo straordinario In 4.000 per la manifestazione di Agrinsieme a Ferrara

giovedì 30 gennaio 2020



ZCZC4502/SXR
OBO71348_SXR_QBXJ
R ECO S57 QBXJ

   (ANSA) - FERRARA, 30 GEN - "Serve un fondo straordinario così
come era avvenuto con il terremoto del 2012, quando l'Europa
stanziò 700 milioni di euro, il più alto finanziamento mai
disposto per una calamità. Martedì prossimo sarò a Bruxelles per
chiedere l'erogazione del fondo". Lo ha annunciato il presidente
della Regione Emilia-Romagna, parlando davanti a 4-5.000
agricoltori arrivati a Ferrara con oltre 150 trattori per la
manifestazione organizzata da Agrinsieme.
   L'agricoltura "è in ginocchio", la cimice asiatica "è una
apocalisse nei campi", hanno detto dal palco. E per il settore è
un danno incalcolabile. Quello che serve, ha sottolineato il
governatore, è superare le differenze geografiche e politiche
per procedere uniti verso gli obiettivi che ora è indispensabile
ottenere: "Il governo ha stanziato 80 milioni, ma non basta. Le
risorse messe a disposizione devono raddoppiare, arrivando
comunque alla metà dei 300 milioni necessari per gli
indennizzi".
   E poi la deroga sui pagamenti delle rete dei mutui agricoli:
"I 12 mesi concessi sono un primo passo, ma ci batteremo per
prolungarli a due anni. E quindi la carta dell'Europa, il Fondo
Straordinario".
   Alla manifestazione organizzata hanno aderito persone
provenienti da Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte,
Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Il supporto si è
esteso alle associazioni del commercio e dell'artigianato, e ai
Comuni del Ferrarese, rappresentati da sindaci o esponenti di
Giunta. In corteo anche i consiglieri regionali ferraresi
neoeletti o riconfermati: Marcella Zappaterra, Marco Fabbri e
Fabio Bergamini e il segretario regionale Pd Paolo Calvano.
(ANSA).

     YWV-ROM
30-GEN-20 14:01 NNN