MODALITA' PER LE IMPORTAZIONI DI ENERGIA ELETTRICA PER IL 2007

martedì 9 gennaio 2007


MODALITA' PER LE IMPORTAZIONI DI ENERGIA ELETTRICA PER IL 2007

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha firmato il decreto con cui si definiscono, per l'anno 2007,

le modalità e le condizioni relative alle importazioni di energia elettrica e si emanano direttive

all'Acquirente unico in materia di contratti pluriennali di importazione. Ecco i principali punti del

decreto. Le modalità per l'assegnazione della capacità di importazione presentano una

necessaria evoluzione del metodo adottato per il 2006, per effetto dell'attuazione del nuovo

regolamento comunitario sugli scambi transfrontalieri. La gestione delle congestioni sarà

effettuata quindi congiuntamente tra i Paesi comunitari interconnessi, mentre per la Svizzera e

la Slovenia si continuerà ad allocare autonomamente il 50% della capacità disponibile. Terna,

sulla base di accordi con i gestori esteri, predispone le procedure concorsuali per

l'assegnazione dei diritti di utilizzo della capacità di trasporto con Austria, Francia e Grecia,

sull'intera capacità disponibile. Sulla frontiera con la Slovenia e la Svizzera, per omogeneità di

trattamento degli operatori sulle diverse frontiere, sono state adottate le medesime modalità

impiegate sulle altre frontiere. E' stata mantenuta la riserva sulla frontiera italo-svizzera a favore

del titolare italiano dei contratti pluriennali stipulati prima della liberalizzazione del mercato

elettrico, alle medesime condizioni del 2006. Viceversa, quest'anno non è stata garantita alcuna

riserva sulle frontiere con i Paesi dell'Unione europea, in quanto ritenuta dalla Commissione

europea non compatibile con la normativa comunitaria. La capacità liberata (700 MW lato Italia,

1400 MW complessivi) è destinata alle assegnazioni al mercato

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/energia_importazioni/index.html