DISSESTO IDROGEOLOGICO. RENZI: TEMA SUL QUALE SERVE SVOLTA REALE

lunedì 24 febbraio 2014



ZCZC
DIR0333 3 AMB 0 RR1 / DIR


SOLDI BLOCCATI E FERMI, ANCHE PER COLPA PA, CHE GRIDANO VENDETTA.

(DIRE) Roma, 24 feb. - "C'e' bisogno di una svolta reale" sul
tema del dissesto idrogeologico. Cosi' il presidente del
Consiglio incaricato Matteo Renzi intervenendo nell'Aula del
Senato per il voto di fiducia.
Renzi parla degli investimenti "veri e profondi che si possono
fare contro il dissesto idrogeologico, in un Paese in cui abbiamo
dei soldi bloccati e fermi, anche per responsabilita' delle
pubbliche amministrazioni, che gridano vendetta". Un'emergenza
che si afferma "non soltanto per quello che stiamo vivendo in
queste ore nel modenese o nell'area di Olbia", dice Renzi, "ma
anche per come in questi anni abbiamo dovuto vivere con il
fiatone certe emergenze che potevano essere affrontate in modo
molto piu' semplice".
E il presidente del Consiglio incaricato si chiede quindi
"perche' abbiamo ancora soldi fermi sulle casse di laminazione e
di espansione quando il mondo che sta cambiando rende cosi'
semplice intervenire in questa direzione?". Ma "davvero", si
chiede Renzi, "ancora non sappiamo in alcune realta' del Paese
chi ha il potere di intervento sugli argini, tra le Province, le
Regioni, le Autorita' d'ambito. Davvero pensiamo che questi siano
temi di serie B di cui non parlare perche' dobbiamo parlare solo
fra di noi, delle nostre realta' quotidiane?".
Insomma, conclude, "come facciamo a non prendere atto che
anche su questo tema c'e' bisogno di una svolta reale?"
(Ran/Dire)
15:26 24-02-14

NNNN


NNNN