RIFIUTI. FEDERAMBIENTE: AUTORITA' SETTORE E FINANZIAMENTI CERTI PER SUPERARE EMERGENZE REGIONI E CHIUDERE CICLO NECESSARI 7 MLD

martedì 6 maggio 2014


ZCZC DIR0520 3 AMB  0 RR1 / DIR 

 

(DIRE) Roma, 6 mag. - Istituire un'Autorita' nazionale di regolazione per il settore dei rifiuti, creare un fondo di garanzia a supporto degli investimenti nel campo delle opere ambientali, dar vita a un sistema di finanziamento autonomo e certo delle imprese che gestiscono il ciclo integrato dei rifiuti promuovendo la tariffa puntuale in modo da ottemperare al principio europeo 'chi inquina paga', ma anche favorire norme che premino gli enti locali che avviano processi di aggregazione societaria e spostare il baricentro dell'attenzione dagli obiettivi percentuali di raccolta differenziata a obiettivi percentuali di effettivo riciclaggio dei rifiuti urbani, eventualmente modulandoli sulla base delle diverse specificita' territoriali. Queste alcune delle proposte del documento presentato oggi dal presidente di Federambiente, Filippo Brandolini, e dal direttore, Gianluca Cencia, nel corso di un'audizione presso la commissione Ambiente della Camera durante l'esame del disegno di legge sulla green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali (il cosiddetto collegato ambientale alla Legge di stabilita' 2014).    "Federambiente- afferma Brandolini- stima che per superare le emergenze in alcune regioni e chiudere il ciclo integrato con investimenti nella filiera del riciclo (distretti del riciclo, impianti di compostaggio e trattamento della frazione organica) siano necessari investimenti per oltre 7 miliardi. Come e' stato illustrato nel nostro 'Green Book 2014', l'analisi della serie storica degli investimenti registra negli ultimi anni un calo significativo dovuto anche alla mancanza di adeguate forme di finanziamento".   (Com/Set/ Dire) 17:28 06-05-14

NNNN

NNNN