Ue: Commissione porta Italia davanti Corte su qualita' aria

giovedì 17 maggio 2018



ZCZC
AGI0237 3 EST 0 R01 /

= Ue: Commissione porta Italia davanti Corte su qualita' aria =


(AGI) - Bruxelles, 17 mag. - La Commissione europea ha deferito
alla Corte di giustizia dell'Ue l'Italia per aver superato in
modo grave e persistente i valori limite per il particolato
PM10 nell'ambito della legislazione europea sulla qualita'
dell'aria. Le principali carenze individuate nei piani italiani
sono l'assenza di interventi per ridurre l'impatto del
riscaldamento domestico e del traffico sull'inquinamento, ha
spietato il commissario all'Ambiente, Karmenu Vella.
"L'obiettivo e' proteggere i cittadini e assicurare aria pulita
in tutta l'Ue", ha sottolineato Vella. (AGI)
Bxj/Mgm/Bia (Segue)
171258 MAG 18

NNNN

Ue: Commissione porta Italia davanti Corte su qualita' aria (2)=
 Ue: Commissione porta Italia davanti Corte su qualita' aria (2)=
ZCZC
AGI0238 3 EST 0 R01 /
0237
= Ue: Commissione porta Italia davanti Corte su qualita' aria (2)=
(AGI) - Bruxelles, 17 mag. - Nel caso dell'Italia, secondo la
Commissione, i valori limite giornalieri sono stati
costantemente superati, arrivando nel 2016 fino a 89 giorni, in
28 zone di qualita' dell'aria comprese le regioni Lazio,
Lombardia, Piemonte e Veneto. Il particolato, che e' presente
soprattutto nelle emissioni dell'industria, del riscaldamento
domestico, del traffico e dell'agricoltura. Oltre all'Italia,
sono state deferite alla Corte per il superamento dei limiti
sul PM10 anche Ungheria e Romania. La Commissione ha invece
deferito Francia, Germania e Regno Unito alla Corte per il
mancato rispetto dei valori limite per il biossido di azoto
(NO2), per lo piu' causato del traffico stradale e
dall'industria. I limiti stabiliti dalla legislazione dell'UE
sulla qualita' dell'aria ambiente dovevano essere raggiunti
rispettivamente nel 2010 per il NO2 e nel 2005 per il PM10.
(AGI)

Bxj/Mgm/Bia
171258 MAG 18

NNNN