+T -T


Manovra: Spano (Regioni), non c'è attenzione per l'ambiente

giovedì 6 dicembre 2018

ZCZC6951/SX4
XCI53773_SX4_QBXI
R POL S04 QBXI

   (ANSA) - ROMA, 6 DIC - "Oggi la Conferenza delle Regioni e
delle Province autonome ha dato un parere positivo, con una
serie di raccomandazioni sulla manovra. Era importante farlo per
alcuni traguardi raggiunti nella interlocuzione con il Governo,
in particolare per quanto concerne sanità e investimenti. Ma la
realizzazione delle misure per il comparto ambientale resta in
gran parte a carico dei soli bilanci di Regioni ed enti locali".
Lo sottolinea Donatella Spano, assessore della Regione Sardegna
e coordinatrice della commissione Ambiente della Conferenza
delle Regioni.
   "Si tratta di temi - avverte Spano - che abbiamo già
sottoposto al ministro Costa e per i quali, in qualche caso,
sono in corso procedure di infrazione della Commissione europea
nei confronti dello Stato italiano". Ad esempio, ricorda, "il
fondo per la bonifica dei Siti di interesse Nazionale è
incrementato di circa 20 milioni di euro per ciascuno degli anni
2019-2024, ma è discutibile il fatto che tali risorse siano
destinate alla realizzazione di interventi ambientali nella sola
Regione Campania". C'è poi il tema amianto e "la necessità di un
piano di azione nazionale straordinario, così come richiesto da
Regioni, Comuni e organizzazioni sindacali. Gli Assessori
all'ambiente segnalano che la manovra non solo non prevede
risorse per la rimozione, lo smaltimento dei materiali e la
ricostruzione, ma non considera l'urgenza dell'adozione di un
piano nazionale di risanamento visto l'elevato numero di vittime
dell'amianto nel nostro Paese".
    "Sul fronte dei rifiuti - prosegue Spano - è necessario
prevedere risorse aggiuntive per gli enti che controllano il
sistema di gestione dei rifiuti e per gli enti locali che si
occupano della messa in sicurezza e bonifica dei territori.
Invece sul tema della qualità dell'aria è fondamentale lo
stanziamento di risorse a sostegno delle misure previste dagli
strumenti di pianificazione delle Regioni del bacino padano, con
più attenzione al necessario supporto rispetto alle limitazioni
progressive alla circolazione dei veicoli più
inquinanti".(ANSA).

     TEO-COM
06-DIC-18 17:03 NNN