+T -T


RIFIUTI: BATTERIE, PILE, RAEE E PFU, COBAT GESTISCE OLTRE 140MILA T

mercoledì 8 maggio 2019


ZCZC
ADN0310 7 ECO 0 ADN EAM NAZ RLA

 

      Roma, 8 mag. (AdnKronos) - Cobat nel 2018 ha avviato al riciclo oltre
140mila tonnellate di rifiuti tecnologici, tra batterie al piombo,
pile portatili, Raee e Pfu. E' quanto emerge dal Rapporto Cobat 2018,
presentato oggi al Maxxi di Roma.

      "Cobat da oltre 30 anni - afferma Giancarlo Morandi, presidente Cobat
- è il braccio operativo di un'economia circolare che trasforma in
nuove materie prime montagne di prodotti non più utili, erroneamente
considerati rifiuti. Aggiustiamo costantemente il nostro lavoro al
cambiare degli orizzonti, normativi e tecnologici. Seguiamo gli
andamenti, tutt'altro che rettilinei, della politica e del mercato in
Italia e in Europa. Oggi finalmente possiamo dire che l'economia
circolare sta iniziando a diventare quello che tutti noi speravamo: la
normalità".

      Nel 2018 il Consorzio ha raccolto oltre 116mila tonnellate di batterie
al piombo esauste. Le Regioni che registrano il maggiore incremento
dei quantitativi di raccolta sono Molise (+17%), Campania (+11%) e
Lazio (+8%). In termini assoluti, invece, Lombardia, Veneto e Campania
raggiungono i migliori risultati rispettivamente con oltre 22mila
tonnellate la prima e oltre 12mila tonnellate le altre due. (segue)

      (Rof/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
08-MAG-19 11:47

NNNN


ZCZC
ADN0311 7 ECO 0 ADN EAM NAZ RLA

 (2)

      (AdnKronos) - Nel 2018 sono state oltre 6mila le tonnellate di pile
portatili esauste raccolte in tutta Italia. Nel 2018 si registra una
diminuzione della raccolta di pile portatili, circa il 10% a livello
nazionale; l'andamento è legato principalmente alle diminuzioni
riscontrate in Lombardia (-30%), Veneto e Lazio, che restano tuttavia
in termini assoluti le Regioni più virtuose, rispettivamente con 353
tonnellate, 245 tonnellate e 96 tonnellate di pile portatili esauste
raccolte.

      Le differenze di raccolta su base regionale - spiega Cobat - sono
riconducibili principalmente alla riassegnazione delle Province di
competenza ad opera del Cdcnpa-Centro di Coordinamento Nazionale Pile
e Accumulatori valida per il biennio 2018-2020.

      Il 2018 ha rappresentato per Cobat un anno significativo nella
gestione dei Raee-Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed
Elettroniche: i 1.392 Punti di Raccolta gestiti in tutta Italia hanno
prodotto quasi 19mila tonnellate di Raee (+35,43%). (segue)

      (Rof/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
08-MAG-19 11:47

NNNN