Acqua: Pfas; Zaia, accordo europeo è un mezzo successo

giovedì 19 dicembre 2019


ZCZC9024/SXA
OVE81151_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

   (ANSA) - VENEZIA, 19 DIC - "L'accordo europeo raggiunto ieri
a Bruxelles è solo un mezzo successo". Così il presidente del
Veneto Luca Zaia, commenta l'esito della trattativa europea
sulla direttiva acque potabili per quanto riguarda i Pfas.
   "Dico 'mezzo' - aggiunge Zaia perché l'accordo deve ancora
essere ratificato dagli Stati membri, e perché non pone limiti
zero a queste sostanze. La Regione Veneto i limiti zero
nell'acqua destinata al consumo umano li ha già fin da ottobre
2017, quando abbiamo identificato questa tipologia di nuovi
inquinanti. Siamo gli unici ad aver posto i limiti zero nel
nostro Paese. Nel leggere le carte dell'accordo europeo vedo che
i limiti sono fissati a 0,1 microgrammi, anzi si indica che si
possono fissare anche limiti più stringenti. Il che vuol dire
che non siamo ancora a limiti zero, come invece il Veneto".
   Secondo Zaia "l'Italia, in attesa che l'Europa faccia
qualcosa di buono, si impegni intanto a dare la direzione di
marcia e segni il passo indicando 'limiti zero', come ha fatto
la Regione Veneto e come abbiamo chiesto da tempo immemore, al
Ministro Costa1 e al Ministro Costa2. Che, per questa sua scelta
- conclude - è già oggetto di ben 32 ricorsi giudiziari su
questa materia". (ANSA).

     BUO-COM
19-DIC-19 19:40 NNN