==Rifiuti: Costa,su differenziata troppi no,servono impianti

giovedì 6 febbraio 2020



ZCZC1089/SXA
XUC44067_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

A sindaci e governatori: 'Tocca a loro costruirli'
   (ANSA) - ROMA, 6 FEB - "Il problema è l'impiantistica. I
player della gestione dei rifiuti sul territorio italiano sono
le Regioni e i Comuni. I Comuni hanno la competenza della
raccolta, le Regioni hanno l'obbligo della definizione del piano
regionale dei rifiuti. Il piano dei rifiuti, che quasi tutte le
Regioni hanno, e già il 'quasi' la dice lunga, prevede
un'analisi territoriale dei flussi dei rifiuti e di quanti
impianti servono. La scelta è quindi a livello regionale e
territoriale. E qui occorrerà dare risposte". Lo dice, in una
intervista al Quotidiano nazionale, il ministro dell'Ambiente,
Sergio Costa, a proposito della differenziata: "Troppi no,
servono gli impianti", aggiunge.
  "Prendiamo il compost - spiega quindi - Se non hai gli
impianti per il compost stai rinunciando a una filiera del
riciclo dell'umido che oscilla tra il 35 e il 45% della raccolta
differenziata. Ergo, gli impianti, laddove servono, vanno fatti.
Noi la nostra parte la facciamo. Ma non è che le Regioni possono
abdicare al loro ruolo. Senza polemiche".
   Sul fatto che per la prima volta c'è una tendenza positiva
sul fronte degli sprechi alimentari, commenta: "C'è un trend
positivo del 25% in un anno, che è tanto. Di questo dobbiamo
ringraziare la legge Gadda ma anche alla crescita di
consapevolezza dei cittadini grazie alle campagne di
sensibilizzazione. Ora dobbiamo arrivare al -50%". (ANSA).

     Y43-LEM
06-FEB-20 09:04 NNN