05/11: MADE IN ITALY: IMPRESE LOMBARDE A DUBAI PER L'INDEX 2007

lunedì 5 novembre 2007



ZCZC
ADN0818 7 ECO 0 RTX ECO RLO

      MADE IN ITALY: IMPRESE LOMBARDE A DUBAI PER L'INDEX 2007 =
      IN VETRINA IL MEGLIO DEL MOBILE E DELL'ARREDAMENTO

      Milano, 5 nov. - (Adnkronos) - Una serie di incontri con
operatori economici italiani e degli Emirati Arabi hanno
caratterizzato la visita a Dubai dell'Assessore all'Artigianato e
Servizi della Regione Lombardia, Domenico Zambetti, che si e' conclusa
con un incontro all'Italian Industry & Commerce Office di Sharjah. I
quattro giorni di lavori si sono inseriti tra le iniziative che hanno
scandito la partecipazione di un nucleo di 23 imprese artigiane
lombarde alla prestigiosa rassegna 'Index 2007' (1-5 novembre), che si
e' confermata anche quest'anno come la principale manifestazione per i
settore legno/mobile/arredamento, tessile e illuminazione del Medio
Oriente, Asia e Nord Africa.

      "La soddisfazione delle nostre aziende e' palpabile - ha
commentato Zambetti - ed e' pari alla nostra perche', sostenendo loro,
abbiamo anche noi avuto l'opportunita' di scambiare informazioni e
formulare le nostre proposte per il futuro". Il progetto della Regione
prevede infatti lo sviluppo di un azione promozionale coordinata e
continuativa per il settore legno- arredo delle imprese artigiane
lombarde.

      Il mercato degli Emirati Arabi, gia' valutato nel corso di una
scouting mission nel 2006, presenta infatti, secondo una nota della
Regione Lombardia, quelle caratteristiche di capacita' di spesa e
trend di sviluppo che ben si coniugano con un prodotto di livello
alto, come quello lombardo. Il mercato degli Emirati Arabi risulta
peraltro in continua evoluzione, e' molto duttile e accoglie
favorevolmente sia le produzioni in stile che quelle piu'
contemporanee e di design, sempre senza perdere di vista l'alta
qualita'. (segue)

      (Red-Ros/Pn/Adnkronos)
05-NOV-07 15:30

NNNN
ZCZC
ADN0825 6 ECO 0 RTX ECO RLO

      MADE IN ITALY: IMPRESE LOMBARDE A DUBAI PER L'INDEX 2007 (2) =

      (Adnkronos) - Questo fa si' che gli Emirati Arabi Uniti
rappresentino ancora uno dei principali mercati di sbocco della
produzione lombarda, sia mobiliera che tessile, settori che
riconoscono ancora come importante la presenza agli eventi fieristici,
concepita sia come vetrina che come momento di business. "E' per
questo motivo - ha proseguito Zambetti - che l'assessorato
all'Artigianato e Servizi ha deciso di puntare su questo promettente
mercato finanziando una serie di azioni che supportano le imprese
artigiane di eccellenza ad affacciarsi a questo nuovo mercato".

      La Regione ha infatti lanciato l'idea di un road show in
Lombardia per avvicinare i nostri operatori a quelli degli Emirati,
che si terra' all'inizio del 2008. Il road show ha come obiettivo
quello di sensibilizzare le imprese, gli operatori e i progettisti del
settore degli Emirati Arabi a comprendere e sviluppare opportunita'
commerciali in Lombardia. Si sta inoltre studiando la possibilita' di
dar vita a una rappresentanza del settore mobile-arredo a Dubai, una
eventualita' questa discussa favorevolmente nel corso dell'incontro
alla Camera di Commercio, un organismo che ha dimostrato grande
vitalita' in questi anni e che attende entro brevissimo tempo il
riconoscimento ufficiale del Ministero.

      Alla riunione hanno partecipato, tra gli altri, il presidente,
Piero Ricotti, il segretario generale, Mauro Marzocchi, nonche' il
vicepresidente, S.E. Sheikh Mohammed Bin Faisal Al Massimi, a conferma
dell'interesse con cui i massimi vertici dell'Emirato guardano alle
relazione con l'Italia e a quelle con la Lombardia in particolare.
(segue)

      (Red-Ros/Pn/Adnkronos)
05-NOV-07 15:32

NNNN
ZCZC
ADN0841 6 ECO 0 RTX ECO RLO

      MADE IN ITALY: IMPRESE LOMBARDE A DUBAI PER L'INDEX 2007 (3) =
      ALL'AEROPORTO SAIF DI SHARJAH UFFICIO DI RAPPRESENTANZA

      (Adnkronos) - Un'ulteriore segnale di attenzione per la
delegazione guidata dall'assessore Zambetti e' venuto dagli
amministratori della Airport Saif Free Zone di Sharjah, che hanno
offerto alla Regione Lombardia la possibilita' di aprire senza alcun
onere un Ufficio di rappresentanza all'interno dell'area. La zona
franca di Saif e' infatti ornai considerata una importante
opportunita' da circa 3.500 aziende di tutto il mondo, che vi si sono
insediate ed esercitano attivita' sia produttive che commerciali, ed
e' avviata a diventare il centro nevralgico di quel grande hub che
sono gli Emirati Arabi, punto di incontro e di smistamento nei
confronti di una parte del globo sempre piu' vasta.

      "Per dare le dimensioni di quanto vitale sia questo Paese - ha
detto Zambetti - e di quanto la politica avviata dal presidente della
nostra Regione, Roberto Formigoni, ponga attenzione alla sua crescita,
basta ricordare alcuni dati". (segue)

      (Red-Ros/Pe/Adnkronos)
05-NOV-07 15:40

NNNN
ZCZC
ADN0876 6 ECO 0 RTX ECO RLO

      MADE IN ITALY: IMPRESE LOMBARDE A DUBAI PER L'INDEX 2007 (4) =

      (Adnkronos) - Il grado di apertura degli Emirati, inteso come
rapporto percentuale tra interscambio e PIL, e' di circa il 145% ed
evidenzia una elevata propensione dell'economia agli scambi con
l'estero in un regime di libero scambio. In linea generale e' infatti
liberamente consentito vendere direttamente agli utilizzatori finali,
tramite un rivenditore; e' possibile inoltre costituire joint ventures
od autorizzare una societa' locale a vendere i propri prodotti con
contratti in "franchising".

      L'interscambio complessivo tra Emirati Arabi e Italia,
sottolinea la Regione Lombardia, ha fatto registrare nei primi 6 mesi
del 2006 un valore di 1.651,7 milioni di euro, con un saldo attivo di
1.349,5 milioni di euro. L'aumento delle esportazioni e' stato del
35,79% rispetto allo stesso periodo del 2005, mentre le importazioni
risultano aumentate del 26,14%. Il saldo positivo a favore del nostro
Paese dipende in larga parte dal fatto che l'Italia non importa
petrolio dagli Emirati, i quali si confermano dunque tra i principali
mercati di sbocco delle esportazioni italiane in Medio Oriente e Nord
Africa (nel 2005 risulta essere il principale, subito prima della
Tunisia). (segue)

      (Red-Ros/Pe/Adnkronos)
05-NOV-07 15:44

NNNN