SULCIS: CAPPELLACCI, INTERVENTI SU NODI STRUTTURALI E DIFESA REALTA' INDUSTRIALI

martedì 13 novembre 2012



ZCZC
ADN1464 6 ECO 0 ADN ECO RSA

     

      Cagliari, 13 nov. - (Adnkronos) - ''Interveniamo su nodi
infrastrutturali antichi, difendiamo le realta' industriali che ancora
possono essere competitive e allo stesso tempo promuoviamo nuove
filiere, puntando sull'agroalimentare e sul turismo''. Lo ha
dichiarato il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, dopo
la firma del protocollo d'intesa, siglato al termine del vertice
tenutosi nel Sulcis con i ministri della Coesione Territoriale
Fabrizio Barca e dello Sviluppo economico Corrado Passera.

      "Il documento sottoscritto oggi - ha aggiunto il presidente-,
finanziato con oltre 450 milioni di euro, rinforza le azioni
programmate dalla Giunta con il piano Sulcis. La salvaguardia del
tessuto produttivo - ha evidenziato Cappellacci - rappresenta il punto
di partenza di un ragionamento nuovo, finalizzato a creare le
condizioni di scenario nelle quali impresa e lavoro possano
ricominciare a muoversi in maniera competitiva''. (segue)

      (Coe/Ct/Adnkronos)
13-NOV-12 19:55

NNNN
ZCZC
ADN1469 6 ECO 0 ADN ECO RSA

      SULCIS: CAPPELLACCI, INTERVENTI SU NODI STRUTTURALI E DIFESA REALTA' INDUSTRIALI (2) =

      (Adnkronos) - ''Questo - ha spiegato Cappellacci - e' il
fondamento delle azioni per la riqualificazione infrastrutturale del
territorio ed in particolare degli interventi previsti per i porti e
per il miglioramento della viabilita', che rappresentano una
precondizione dello sviluppo, la cui mancanza ha reso per decenni
monco il sistema economico del Sulcis. A tali azioni - ha proseguito
Cappellacci - si sommano quelle finalizzate alla realizzazione di un
centro di eccellenza per il carbone pulito, alla realizzazione della
filiera dell'energia pulita e dell'agro-energia eco-compatibile e gli
interventi per il risanamento ambientale''.

      ''In altre parole - ha precisato il presidente- mentre lavoriamo
per consolidare, attraverso politiche innovative, le realta'
esistenti, poniamo le basi per creare un circuito virtuoso
ambiente-agroalimentare-turismo, che possa essere fonte di nuova
impresa e nuova occupazione per il territorio. Quello di oggi - ha
concluso il presidente - non e' un punto di arrivo, ma un punto di
partenza, con un passo in avanti nella direzione giusta''.

      (Coe/Ct/Adnkronos)
13-NOV-12 19:59

NNNN