Sardegna: Cappellacci, Sulcis non va sui mercati. E' ora di cambiare

giovedì 15 novembre 2012



ZCZC
ASC0110 1 REG 0 R01 / LK XX ! 1 X


(ASCA) - Cagliari, 15 nov - ''Quel territorio soffre a causa
di scelte industriali che risalgono a molto tempo fa e oggi
sono totalmente incompatibili col quadro economico attuale.
Il problema e' che la politica sino a oggi forse ha
approfittato della disperazione della gente perche' dove c'e'
disperazione diventa facile intercettarla e appropiarsene per
fini elettorali. La classe dirigente non e' stata capace di
proporre un'alternativa, di guardare al futuro, e comprendere
che quel contesto era obsoleto e superato. Se si resta
ancorati al passato, mentre il mondo va avanti, non si e'
piu' competitivi. Quel carbone potrebbe ancora essere
estratto e utilizzato, ma solo se abbinato a procedure
moderne e innovative come quella della cattura di CO2, che
potrebbero far diventare quel centro un punto di eccellenaza
per la ricerca sul carbone pulito. Ma questo significa avere
il coraggio di giocare questa sfida''. Lo ha dichiarato il
governatore della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci,
intervenuto questa mattina, a 'La telefonata di Belpietro',
in merito ai problemi riguardanti il Sulcis.
   Alla domanda sugli scontri avvenuti due giorni fa in
occasione della visita in Sardegna dei ministri Barca e
Passera il governatore ha aggiunto: ''Gli scontri nascono
dalla disperazione della gente.
Disperazione che nasce da problemi antichi in un territorio
che soffre per una crisi senza precedenti e come tutti i
territori deboli soffre piu' di altri. Purtroppo a questo si
e' aggiunto, probabilmente, anche una serie di iniziative o
di provocazioni volute da chi ha tacciato il piano Sulcis
come un imbroglio prima ancora di conoscerlo e questo
evidentemente ha alimenatato la disperazione. Se a cio'
uniamo che tra gli operai che protestavano in nome della
disperazione, c'erano personaggi che non avevano niente a che
fare col mondo del lavoro Sulcis, la miscela e' diventata
esplosiva.
com/rus
151056 NOV 12 

NNNN