[EXPO 2015] - Concluso l’evento Le idee di Expo verso la Carta di Milano: Papa Francesco, il Premier Renzi e il Capo dello Stato Mattarella tra gli interventi - 07.02.2015

lunedì 9 febbraio 2015


 

Oltre 500 esperti, riuniti attorno a 42 tavoli, per gettare le basi della Carta di Milano. Con gli incontri delle “Idee di Expo”, che si sono tenuti sabato 7 febbraio all’Hangar Bicocca, l’Esposizione Universale ha compiuto il primo passo verso la stesura del protocollo sulla sicurezza alimentare che sarà “la prima grande eredità di Expo Milano 2015”, come ha spiegato il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, promotore con Expo 2015 dell’iniziativa. Il documento, infatti, sarà consegnato al Segretario Generale dell’Onu Ban-ki Moon in occasione della sua visita a Milano come contributo alla discussione internazionale sugli Obiettivi del Millennio. La sfida contenuta nel TemaNutrire il Pianeta, Energia per la Vita ha animato tutta la giornata, seguita e sostenuta anche da Papa Francesco, che ha inviato un messaggio video, e dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha fatto pervenire una lettera rivolta a tutte le personalità coinvolte nei lavori.
 

Ad aprire le attività sono stati il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il Ministro Maurizio Martina. L’ex Presidente del Brasile Inàcio Lula da Silva, in collegamento video, ha manifestato il suo entusiasmo verso l’Esposizione Universale: “Sono felice che nell’ambito di Expo si terrà una tavola rotonda sul tema della fame” e l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezzaFederica Mogherini, in un messaggio video, ha detto: “Con la Carta di Milano verranno non solo idee e proposte per dare vita a Expo ma anche un contributo al nostro lavoro per gli anni a venire, per l’Unione Europea e per il resto del mondo in ottica di un nuovo approccio globale al nostro Pianeta”. Il discorso del Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha chiuso la giornata. “Questa è la prima occasione pubblica” ha affermato “in cui facciamo uno sforzo comune per andare verso laCarta di Milano. In questo sforzo non c’è solo la grande questione del cibo e della possibilità di ‘nutrire il Pianeta’, ma c’è anche la possibilità che il nostro Paese torni a essere un portatore sano di speranze e di entusiasmo”.

L’evento Idee di Expo è stato un dialogo a più voci che ha coinvolto Paesi, organizzazioni non governative, imprese, associazioni. L’iniziativa ha visto infatti la partecipazione di oltre 500 esperti coordinati dal professor Salvatore Veca e organizzati intorno a 42 tavoli tematici che seguivano quattro percorsi: le dimensioni dello sviluppo tra equità e sostenibilità, la cultura del cibo, l’agricoltura gli alimenti e la salute per un futuro sostenibile, la città umana e i futuri possibili tra smart e slow city. Pisapia ha presentato una delle eredità dell’Esposizione Universale: l'Urban Food Policy Pact (il patto dei Sindaci), “un patto urbano sulle politiche alimentari” stretto tra le metropoli di tutto il mondo e che verrà firmato a ottobre. Per il Presidente della Regione Lombardia Maroni “Expo è una grande sfida ma come istituzioni riusciamo a lavorare insieme e questo ci consentirà di vincere la sfida''. Il Ministro Martina si augura che i 20 milioni di visitatori attesi diventino ambasciatori del diritto al cibo nel mondo mentre Giuseppe Sala, Commissario Unico per Expo Milano 2015, ha sottolineato che questa iniziativa è “l'inizio di un percorso che culminerà con la costruzione della Carta di Milano che consegneremo a Ban Ki-moon, quando verrà il 16 ottobre, e questi Tavoli genereranno dibattiti ed eventi nel semestre di Expo". Nel corso della giornata è stata presentata l’Area Tematica Biodiversity Park nata dalla partnership tra BolognaFiere ed Expo 2015 S.p.A.

Papa Francesco contro il paradosso dell’abbondanza

Nel suo videomessaggio il Papa ha ricordato che "la prima preoccupazione deve essere la persona,  quanti mancano del cibo quotidiano e hanno smesso di pensare alla vita, ai rapporti familiari e sociali, e lottano solo per la sopravvivenza" ricordando una citazione di San Giovanni Paolo II che condannò il "paradosso dell'abbondanza" secondo il quale "c'è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l'uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi".
 
Mattarella: “Un’opportunità per promuovere lo sviluppo di una cultura del rispetto e della tutela del Pianeta”
 
Nel suo messaggio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella afferma che "l'aumento delle diseguaglianze tra Paesi ricchi e popolazioni povere, in costante lotta per sopravvivere alla denutrizione, rende indispensabile l'adozione di un nuovo modello di sviluppo che modifichi questa inaccettabile tendenza”. E aggiunge: "Il confronto e lo scambio di conoscenze ed esperienze nazionali ed internazionali che si rinnova in questa sede, punto di partenza per la futura sottoscrizione della Carta di Milano, rappresentano una preziosa opportunità per promuovere lo sviluppo di un’autentica cultura del rispetto e della tutela del Pianeta, fondata su una corretta educazione ambientale e alimentare".
 
Presentata l’Area Tematica Biodiversity Park
 
Dalla partnership tra BolognaFiere ed Expo 2015 S.p.A. nasce il Biodiversity Park. Nel corso della giornata dedicata alleIdee di Expo si è svolta la conferenza stampa per annunciare la realizzazione dell’Area Tematica dedicata alla biodiversità agraria e all'agricoltura biologica, uno spazio espositivo esteso su una superficie di 8.500 metri quadri. All’esterno un percorso attraverso il paesaggio italiano suddiviso in cinque tappe, all’interno del parco una mostra sulla biodiversità. “Il filo conduttore di Expo, Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, interessa da vicino anche la questione della biodiversità agraria e della sua tutela” ha raccontato il Ministro Martina. “Il modello produttivo che vogliamo impostare nei prossimi anni non può prescindere da una salvaguardia delle specie esistenti e dalla sostenibilità ambientale del territorio”. 
 
A Le Idee di Expo ha partecipato anche Twitter Italia che, in collaborazione con i Social Media di Expo2015, ha realizzato una gallery di Twitter Mirror.