LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"

venerdì 20 marzo 2015


 


ZCZC IPN 188
POL --/T
LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"
ROMA (ITALPRESS) - Riparte Vinitaly, la grande manifestazione
dedicata al mondo del vino. Dal 22 al 25 marzo, al Salone
internazionale del vino e dei distillati di Verona, saranno
presenti oltre 4 mila espositori, 155 mila visitatori, dei quali
56.000 esteri provenienti da 120 Paesi. La Regione Lazio
partecipera' a questa 49a edizione all'interno di un padiglione di
1600 mq, dove saranno ospitate 51 aziende produttrici tra le piu'
significative del territorio. Un ricco programma di appuntamenti,
dalla mattina alla sera, per promuovere il patrimonio enologico
della regione: degustazioni, incontri, appuntamenti tecnici e
laboratori gastronomici guidati con i prodotti del paniere Expo e
dei 5 Gal presenti (Tuscia Romana, Versante Laziale del PNA,
Castelli Romani, Etrusco Cimino ed Ernici Simbruini). E' previsto
un percorso dedicato alle acque minerali del territorio - il 22
marzo si celebra la Giornata mondiale dell'acqua -preziosa risorsa
culturale e storica di cui il Lazio e' particolarmente ricco.
Verranno coinvolti anche gli studenti di due istituti alberghieri
( Buonarroti di Fiuggi e Artusi di Roma), che gareggeranno al
contest "Il territorio in tavola": i ragazzi dovranno allestire 2
tavole, in modo da rappresentare al meglio, attraverso i prodotti
e gli elementi scenografici, i territori loro assegnati. La
premiazione sara' affidata al Presidente della Regione Lazio ,
Nicola Zingaretti, all'Assessora all'agricoltura, Sonia Ricci e
all'Amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati e constera' in
un buono acquisto di 500 euro da spendere in prodotti tipici
laziali presso l'Enoteca Palatium. Saranno inoltre organizzate
'passeggiate' sensoriali e degustative; verranno presentati gli
olii vincitori del concorso Unioncamere Lazio; saranno resi noti i
risultati acquisiti dalla profilazione sui vini, realizzata per la
prima volta a spese della Regione Lazio e di Arsial.
Un grande patrimonio quello laziale. La superficie agricola
utilizzata e' di 674 mila ettari, di cui quella coltivata
rappresenta il 4%. Sono 1 milione 400 mila le tonnellate di vino
prodotte: 8 strade del vino, 5 consorzi di tutela, 3 DOCG, 27 DOC
e 6 IGT.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
cpo/mgg/red
20-Mar-15 13:20
NNNN


NNNN

 

LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"-2-
ZCZC IPN 189
POL --/T
LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"-2-

Di questi temi si e' parlato questa mattina, presso l'enoteca
regionale Palatium di via Frattina. All'incontro hanno partecipato
il Presidente Nicola Zingaretti, l'Assessore all'agricoltura,
Sonia Ricci e l'Amministratore Unico di Arsial, Antonio Rosati.
"L'anno scorso abbiamo detto che era il nostro Anno zero del
Vinitaly. Grazie all'impegno, alla serieta' e alla costanza siamo
arrivati quest'anno a presentare un Vinitaly che ha piu'
l'impronta di questa amministrazione - ha detto l'Assesore Sonia
Ricci nel corso della conferenza stampa - La scommessa che abbiamo
messo in campo e' la parola 'sistema'. Abbiamo voluto accentrare
tutto: le camere di commercio, la Regione, l'Arsial, i Gal. Oggi
possiamo dire finalmente che la cabina c'e'. Siamo riusciti a
mettere tutti i soggetti attorno a un tavolo, a cercare di
promuovere tutta la filiera dell'agroalimentare del Lazio,
partendo dall'agricoltura e dai nostri prodotti. I soldi del Psr
sono stati spesi bene ed efficacemente. Possiamo dire di avere un
gruppo di aziende che possono competere non solo con i mercati
nazionali. Mi ha colpito un dato: quanto vino nel Lazio si beve
nei nostri ristoranti romani. Il dato e' molto basso. Questo
significa che possiamo intervenire nel nostro mercato e in quello
internazionale. Oggi il Lazio puo' dire di starci e di giocarsi la
sfida con le prime regioni italiane.
(ITALPRESS) - (SEGUE).
cpo/mgg/red
20-Mar-15 13:20
NNNN


NNNN

 

LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"-3-
ZCZC IPN 190
POL --/T
LAZIO: ZINGARETTI "VINITALY TASSELLO DI UNA STRATEGIA"-3-


"Ieri abbiamo presentato, con il Procuratore Prestipino, un
rapporto delle mafie nel Lazio. Un passaggio storico. Non c'e'
memoria che una regione promuovesse essa stessa una mappa
ragionata di quanto il territorio sia devastato dalla presenza
criminale. C'e' sempre stato uno scoglio culturale nel denunciare
i mali del territorio. E questo non ha introdotto quegli anticorpi
necessari a reagire alla presenza delle mafie nel territorio.
Ieri, per la prima volta, abbiamo guardato il mostro in faccia.
Con la stessa forza e determinazione oggi possiamo valorizzare e
raccontare il bello della nostra regione, che e' dato anche da
tutto cio' che porteremo a Vinitaly - ha dichiarato il Presidente
Nicola Zingaretti nel corso del proprio intervento - In questi
mesi abbiamo portato particolare attenzione al tema del sistema di
produzione. Alcune settimane fa siamo stati allo Slow Food di
Torino, dove il Lazio ha visto raddoppiare i propri presidi;
alcuni giorni fa abbiamo presentato a Palazzo Barberini
un'iniziativa editoriale meravigliosa. Dal 27 marzo, allegati ai
piu' grandi quotidiani italiani, verranno distribuiti per quattro
settimane gli album originali del 'Bel Lazio"; tra alcuni giorni
presenteremo con Bastianelli (direttore dell' Agenzia del Turismo,
ndr) il Lazio ripreso dai droni, che promuove un Lazio che
rilancia la propria identita'; il lancio del marchio 'Lazio eterna
scoperta', che rafforza un'identita' debole, per tanti motivi
storici. Stare bene a Vinitaly si inserisce in questo sforzo. Tre
sono le novita' piu' importanti: arriviamo a testa alta senza piu'
debiti. I conti sono a posto; portiamo 51 aziende produttrici,
l'anno scorso erano 42; grazie all'Azienda Romana Mercati non ci
saranno solo le aziende a promuovere i propri prodotti ma ci sara'
una ricchissimo programma giornaliero di prodotti enogastronomici.
Saremo accanto ai produttori di buon vino, promuovendo un bel
territorio e un bel sistema. E' uno sforzo importante che si
inserisce in quello che avverra' nel 2015 e, perche' no, nel 2016.
Vinitaly non e' una parentesi nel deserto. E' il tassello di una
strategia che sta cambiando anche la nostra regione, rendendola
sempre piu' protagonista e piu' forte."
(ITALPRESS).
cpo/mgg/red
20-Mar-15 13:20
NNNN


NNNN