Expo: Kompatscher, per Alto Adige già ora un grande successo

venerdì 1 maggio 2015



ZCZC2561/SXA
OTN83757_SXA_QBXB
R ECO S0A QBXB

   (ANSA) - BOLZANO, 1 MAG - "Per noi l'Expo è già ora un grande
successo. Non solo perché siamo presenti con uno stand molto ben
riuscito, ma anche perché 60 imprese altoatesine hanno
realizzato progetti di prestigio nei padiglioni di vari Paesi".
Così il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno
Kompatscher, a Milano per l'apertura dell'Expo.
   "Un ottimo biglietto da visita per la nostra provincia - ha
aggiunto - e nei prossimi mesi cercheremo di utilizzare ogni
giorno per farla conoscere a milioni di visitatori. L'Expo è una
grande opportunità da un lato per aumentare l'export, dall'altro
per presentare la destinazione Alto Adige al mondo, rafforzando
la riconoscibilità della nostra offerta territoriale e turistica
sui mercati internazionali". Anche per questo il coordinamento
della presenza altoatesina a Milano è affidato all'Eos (Export
Organisation Sdtirol), con un finanziamento della Provincia di
un milione di euro.
   Lo stand dell'Alto Adige si affaccia direttamente sul Cardo,
la direttrice principale di Padiglione Italia, e occupa una
superficie di circa 80 metri quadrati che catturano il
visitatore. Per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione, è
stato puntato tutto su una concezione verticale dello stand che
- grazie a sette larici dolomitici - si sviluppa in altezza per
14 metri fino a una piattaforma panoramica, da percorrere in una
sorta di scalata. (ANSA).

     TOM-COM
01-MAG-15 14:38 NNN


ZCZC2980/SXR
OTN84851_SXR_QBJC
R ECO S41 QBJC
Expo: Kompatscher, per Alto Adige già ora un grande successo (2)

   (ANSA) - BOLZANO, 1 MAG - Il filo rosso dell'Alto Adige da
scoprire e da vivere è declinato in sei temi: paesaggio,
persona, architettura, cultura quotidiana, sostenibilità,
competenza alpina, più il cibo quale tema trasversale. Per i
media è previsto un evento a tema ogni mese.
   Protagonisti dei vari incontri gli chef altoatesini stellati,
i luoghi di origine dei prodotti di qualità, le cantine vinicole
e l'architettura, i rifugi gourmet, la filosofia km zero, nord &
sud come unione fra culture. Partner privati possono modulare la
loro visibilità anche in giornate o settimane a tema. Lo stand è
quindi il "salotto buono" dell'Alto Adige, dove le eccellenze
del territorio si presentano a turno.
   A rappresentare l'Alto Adige a Expo 2015 non è solo lo stand,
ma anche il lavoro di qualità di 60 aziende locali, ha osservato
Kompatscher. "Nei mesi scorsi le imprese altoatesine hanno
realizzato diversi progetti prestigiosi, come ad esempio la
Stahlbau Pichler nei padiglioni di Italia, Germania, Emirati
Arabi Uniti e Bielorussia o la Damian Holzbau per Coca-Cola e
Thailandia".
   Numerose altre piccole imprese altoatesine sono state
impegnate in vari padiglioni: ad esempio la Energytech per
Svizzera e Germania, la Rottensteiner per l'Austria, la Obrist
per Svizzera e Austria. "Grazie alle loro competenze le nostre
aziende hanno ottenuto commesse per circa 150 milioni di euro,
un risultato che sin dall'inaugurazione ci fa dire che l'Expo è
già un grande successo per l'Alto Adige", ha aggiunto
Kompatscher. E per gli altoatesini che non vogliono mancare sono
previsti anche collegamenti giornalieri in autobus per e da
Milano con il bus promosso dall'Euregio. La prenotazione di
viaggio e biglietto d'ingresso è possibile anche online sul
portale http://www.altoadigebus.it/. (ANSA).

     TOMOM/TOM
01-MAG-15 15:51 NNN