REGIONI: ORDINE DEL GIORNO SU EMERGENZA IDRICA

giovedì 11 luglio 2002


Roma, 11-7-2002 – comunicato stampa - La Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome rileva la gravissima situazione di emergenza idrica che si è venuta a determinare in diverse Regioni italiane a seguito delle persistenti siccità degli ultimi anni che sta colpendo la produzione agricola e la stessa sopravvivenza delle imprese del settore con risvolti sociali ed economici drammatici, in particolare nelle Regioni Sicilia, Puglia, Basilicata, Sardegna. La Conferenza - con un ordine del giorno consegnato al governo nel corso dell'odierna riunione della Conferenza Stato-Regioni -ha chiesto al Presidente del Consiglio dei Ministri di attivare con estrema urgenza un tavolo di confronto con le Regioni e con le organizzazioni professionali agricole al fine di individuare ed adottare provvedimenti straordinari tesi al sostegno degli agricoltori così duramente colpiti. Le Regioni - nell'ordine del giorno - rilevano come la carenza idrica stia colpendo ed aggravando le già precarie situazioni riguardanti l’approvvigionamento di numerosi centri abitati con possibili conseguenze a danno delle popolazioni di carattere igienico-sanitario. Il perdurare dello stato di emergenza sta portando gli agricoltori di alcune Regioni alla esasperazione con possibili effetti sull’ordine pubblico.