I RICONOSCIMENTI ALLE REGIONI NELLA EDIZIONE 2005 DEI PREMI “REGIONANDO” E “FORUM PA SANITA’ ”

mercoledì 11 maggio 2005


I RICONOSCIMENTI ALLE REGIONI NELLA EDIZIONE 2005 DEI PREMI “REGIONANDO” E “FORUM PA SANITA’ ”

 

Roma, 11 maggio ’05 – nota per la stampa – E’ andato alla Campania il maggiore fra i riconoscimenti del Premio Regionando 2005, quest’anno dedicato alle politiche per la sicurezza.

I premi sono stati attribuiti nel corso di una cerimonia che si è tenuta oggi nell’ambito della XVI edizione di FORUM P.A. e sono stati consegnati ai rappresentanti delle Regioni e delle Province autonome dal Presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso e dal Presidente della Regione Molise, Michele Iorio.

Le motivazioni che hanno portato all’assegnazione dei riconoscimenti sono state rese note dal Segretario Generale della Conferenza dei Presidenti delle Regioni, Marcello Mochi Onori.

E’ stato il progetto VESUVIA della Regione Campania il vincitore assoluto di Regionando 2005, perché ha realizzato “un ottimo programma – si legge nelle motivazioni - teso a diffondere tra le popolazioni la piena consapevolezza del rischio vulcanico e la necessità di una radicata cultura della convivenza con tale rischio”; un progetto che è stato “capace di avviare una politica di trasformazione del territorio tale da mitigare il rischio vulcanico, valorizzando allo stesso tempo le risorse esistenti nell'area vesuviana, utilizzandole come "motore" di sviluppo sostenibile e compatibile con lo stesso rischio vulcanico”.

A ritirare il premio per la Regione Campania è stato l’Assessore uscente Marco Di Lello: “E’ un risultato importante – ha detto Di Lello - per la Regione e per i cittadini della Campania, si tratta di una conferma dei passi in avanti compiuti dalla Campania che si è ormai dotata di modelli di governo efficaci per questa come per altre tematiche fondamentali per lo sviluppo di una efficace governance”.

Il bando di Regionando 2005 prevedeva tre categorie. Vincitore per la categoria “sicurezza dei cittadini” sono risultati ancora due progetti della Regione Campania che la giuria ha deciso di accorpare insieme, dedicati al “riuso dei beni confiscati alla camorra” e alla “sicurezza urbana integrata”.

Per la categoria “sicurezza del territorio” è risultato vincitore il progetto della Regione Lombardia dedicato alla “pianificazione dell’emergenza nella zona del Lago Maggiore”.

Per la categoria “sicurezza delle città” il riconoscimento è andato invece alla Regione Emilia-Romagna per il progetto “"Risanamento del Complesso Garibaldi 2 di Calderaia”.

Per quanto riguarda la categoria “sicurezza dei cittadini” speciali riconoscimenti sono andati anche al progetto “Fondazione emiliano-romagnola per le vittime di reato" della Regione Emilia-Romagna, al progetto "GIPS-Guida Interventi Protocolli Servizi Informatizzato" della Regione Piemonte e, infine, al progetto “sito web Marchesicure” della Regione Marche.

Menzioni di merito al progetto "ricerca e documentazione in materia di sicurezza urbana: i quaderni di Cittàsicure" della Regione Emilia-Romagna, al progetto "Guida sicura: corsi per studenti neopatentati del Lazio" della Regione Lazio; al progetto "Polizza Assicurativa a garanzia delle vittime della criminalità" della Regione Lombardia, al progetto "Patto per la sicurezza e la qualità alimentare in Lombardia" della Regione Lombardia; e, infine, al progetto”Eco-Venetia” della Regione Veneto.

Riconoscimenti particolari nella categoria “sicurezza del territorio” sono invece andati al progetto “bonifica del relitto principale della VLCC Haven, superpetroliera affondata al largo di Arenzano nel 1991” della Regione Liguria; al progetto “il piano stralcio di bacino per l’assetto idrogeologico della Sicilia” della Regione Siciliana; al progetto “a scuola di terremoti” della Regione Umbria.

Menzioni di merito hanno invece riguardato i progetti: “mappatura del rischio bombe aeree in Valle dell’Adige” della Provincia autonoma di Trento; “S.I.S.Te.M.A. integrato per la sicurezza del territorio montano e dell’ambiente” della Regione Friuli Venezia Giulia; “aeroporti competitivi” della Regione Lombardia; “inventario regionale delle emissioni per la prevenzione e riduzione integrata dell’inquinamento e dei rischi ambientali” della Regione Marche; “sistema di controllo e movimentazione merci pericolose originate nell’area di Genova e Savona” della Regione Liguria; “servizi web a supporto degli Enti locali per la prevenzione dei rischi naturali” della Regione Lombardia; “sistema informativo sismotettonico” della Regione Campania.

Per quello che riguarda la categoria “sicurezza delle strade e delle città” i riconoscimenti particolari sono andati al progetto “MITRIS: metodi informatici predittivi per la mitigazione degli incidenti stradali” della Provincia autonoma di Trento, al progetto “muoversi, infomobilità in Campania” della Regione Campania, ai progetti “a scuola di andiamo a piedi, in bici e in bus” del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia. Nell’ambito di questa categoria le menzioni di merito hanno riguardato invece i progetti: “miglioramento della sicurezza degli spazi pubblici del Comune di Reggio Emilia – il progetto pilota Turri/Paradisi” (Regione Emilia-Romagna); “arcss-sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale” (Regione Campania); “sostenere le autonomie locali” (Regione Emilia-Romagna); “guida sicura” (Regione Marche); “infomobilità Lombardia”(Regione Lombardia); “lavori urgenti per la messa in sicurezza dei costoni rocciosi nel quartiere Calvario e lungo la strada provinciale 161 bis ad Alcara li Fusi” (Regione Siciliana).

Sempre nella giornata odierna si è tenuta la sesta edizione del premio “P.A.  Sanità 2005”, dedicata all'impiego dell'Information & Communication Technology (ICT) per l'efficienza della sanità, indetto da Conferenza dei Presidenti delle Regioni, Istituto Tecnologie Biomediche, CNR, Il Sole 24 Sanità, FIASO, Farmindustria, Federsanità/Anci e 3M. In questa occasione sono stati premiati i progetti per ognuna delle due categorie in  concorso – “Utilizzo delle ICT per l'efficienza gestionale” e “Governo clinico: utilizzo dell'ICT per la gestione del paziente e dei dati clinici”.

Vincitrice per la categoria Utilizzo delle ICT per l'efficienza gestionale è stata l’AUSL2 di Lucca, con un progetto per la creazione di un piano integrato di salute - ossia un’unica struttura sanitaria in grado di effettuare esami clinici a domicilio - rivolto ai soggetti residenti in zone rurali e disagiate.

Nel corso della premiazioni è intervenuto Enrico Rossi, Assessore alla Sanità della Regione Toscana, in rappresentanza della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome: "Auspico che la sanità venga inserita – ha detto, fra l’altro, l’Assesore - nel pacchetto competitività e chiedo al Ministro della Sanità di rilanciare il progetto 'Stili di Vita', che Storace ha dichiarato recentemente di non voler attuare".

L’Azienda Sanitaria Locale di Modena si è aggiudicata il primo premio della categoria Governo clinico: utilizzo dell'ICT per la gestione del paziente e dei dati clinici, proponendo un sistema informativo ospedaliero al fine di creare una banca dati elettronica. Il progetto, denominato “Ospedale senza carta”, permette di migliorare il la gestione delle cartelle mediche e il processo diagnostico, a tutto vantaggio sia al personale medico che ai pazienti.

Alla Lombardia è stato assegnato il premio speciale “CNR”, ottenuto dall’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico – Istituto Auxologico Italiano di Milano. L’istituto ha presentando un progetto di “Managed Care domiciliare” per l’assistenza integrata cardiologia e psicologica a domicilio di pazienti con scompensi cardiaci.