CASA; LORENZETTI (REGIONI): AGIRE DA SUBITO CON IL PROSSIMO DPEF E CON LA PROSSIMA FINANZIARIA

martedì 17 aprile 2007


 

CASA; LORENZETTI (REGIONI): AGIRE DA SUBITO CON IL PROSSIMO DPEF E CON LA PROSSIMA FINANZIARIA

 

Roma, 17 aprile ‘07 (comunicato stampa) – “L’insediamento del tavolo di concertazione sulle politiche abitative può segnare l’apertura di una fase nuova nei rapporti fra lo stato e le regioni su questo tema, puntando al rilancio degli interventi nel settore dell’edilizia residenziale sociale”, lo ha dichiarato Maria Rita Lorenzetti (Presidente Regione Umbria) intervenuta in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome alla prima riunione del ‘tavolo di concertazione sulle politiche abitative’ ”.

“Nonostante la situazione complessiva della finanza pubblica è opportuno proseguire in modo più spedito il cammino, appena iniziato con l’ultima finanziaria, per realizzare una politica per la casa. Occorre un segnale di discontinuità rispetto al passato”.

“Tre sono, a mio avviso, i passaggi necessari. Il primo punto è stabilire forme di collaborazione tra i diversi livelli istituzionali, statale, regionale e locale, nel rispetto dei ruoli definiti dalla Costituzione.

Il secondo passaggio è rappresentato dalle questioni prioritarie che il tavolo di concertazione  può affrontare  da subito e  che le Regioni hanno  già indicato in un documento unitario (http://www.regioni.it/mhonarc/details_confpres.aspx?id=122324). Gli obiettivi da perseguire riguardano: rilancio del mercato delle locazioni; ripresa degli investimenti per la realizzazione di alloggi pubblici; revisione della tassazione sulla casa; incremento della disponibilità del fondo per l’affitto; raccordo fra ‘politiche della casa’ e quelle delle città, puntando sul miglioramento delle condizioni di vita e della sicurezza nei quartieri più degradati delle città; il riconoscimento della edilizia sociale come servizio di interesse generale da inserire negli standard urbanistici”.

“Il terzo passaggio è relativo alle questioni finanziarie. E’ chiaro che occorrono ingenti risorse economiche. Qualcosa può essere fatto da subito. In ogni caso occorre un rinnovato impegno del Governo per le politiche abitative a partire dal prossimo DPEF e dalla prossima Legge finanziaria. Da ultimo – ha concluso Maria Rita Lorenzetti - si può agire per la riqualificazione urbana attraverso le risorse per i contratti di quartiere attraverso una rimodulazione ed una riprogrammazione degli stessi”.