Scuola: con iniziativa Regioni raggiunto un primo risultato importante

mercoledì 5 novembre 2008


 

 

Roma, 5 novembre 2008 (comunicato stampa)  “Prendo atto  che l’iniziativa delle Regioni e degli enti locali e le forti preoccupazioni espresse da tutto il mondo della scuola hanno finalmente raggiunto un primo risultato importante: con l’emendamento presentato oggi al Senato si sancisce, infatti, che non ci saranno chiusure di scuole per il prossimo anno scolastico 2009-2010”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

“In secondo luogo è rimosso il tema del commissariamento delle Regioni, legato alla questione del dimensionamento scolastico, così come era stato proposto dal decreto legge154, in modo unilaterale e  senza alcuna intesa preventiva.

Ora – ha proseguito Errani - è necessario aprire urgentemente un tavolo fra governo, regioni ed enti locali per discutere concretamente e senza forzature unilaterali della riorganizzazione dei servizi scolastici, fermo restando il carattere irrinunciabile del diritto al studio per le ragazze e i ragazzi del nostro Paese.

Se il Governo ha deciso davvero di cambiare strada, come dimostrerebbe il superamento dell’ipotesi di commissariamento per il dimensionamento scolastico, può essere questo il momento per riprendere una vera concertazione. La Finanziaria  andrebbe costruita con le regioni e gli enti locali  affinché le misure proposte possano calibrarsi con maggiore efficacia sulle esigenze del territorio.

Questo va sottolineato perché è oggettivo rilevare che, rispetto alla Finanziaria 2009, come più volte ribadito, per le Regioni i conti non tornano.

In ogni caso – ha concluso Errani – domani nella Conferenza delle Regioni valuteremo con la massima attenzione la novità di oggi e assumeremo tutte le decisioni conseguenti”