PIANO CASA: ERRANI E LORENZETTI, ATTENDIAMO DA GOVERNO CONVOCAZIONE TAVOLO POLITICO

venerdì 7 novembre 2008


 

PIANO CASA: ERRANI E LORENZETTI, ATTENDIAMO DA GOVERNO CONVOCAZIONE TAVOLO POLITICO

 

Roma, 7 novembre 2008 (comunicato stampa) “Apprendiamo dai resoconti parlamentari che il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, Mario Mantovani, ha affermato di fronte all’VII Commissione della Camera che <<l'indisponibilità delle regioni a discutere con il Governo i termini e il contenuto della prescritta intesa ha fin qui reso impossibile l'emanazione del DPCM attuativo del Piano Casa>>. Siamo di fronte ad una distorsione della verità e ad una manipolazione dei fatti”, lo hanno dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, e la Presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti (coordinatrice per l’edilizia residenziale pubblica per la Conferenza delle Regioni).

“Il sottosegretario Mantovani – proseguono Errani e Lorenzetti - continua a ripetere affermazioni prive di fondamento, ignorando quanto avvenuto nel corso di un recente incontro Governo-Regioni a Palazzo Chigi.

Esiste infatti una intesa firmata il 2 ottobre dal presidente del Consiglio e dal Presidente della Conferenza delle Regioni dove, fra l’altro, si stabilisce che: <<Governo e Regioni concordano di attivare un tavolo per la definizione e la gestione del “Piano Casa”, nel rispetto delle rispettive competenze>>.

Siamo in attesa della convocazione da parte del Governo di questo tavolo politico che abbiamo peraltro richiesto e sollecitato. Sarà quella – affermano Errani e Lorenzetti - la sede per chiarire l’attribuzione delle risorse in relazione alle competenze e per ripristinare un clima di leale collaborazione istituzionale che finora è mancato, come ha riconosciuto lo stesso Presidente del Consiglio nell’incontro che ha avuto con le Regioni il 1° ottobre e come dimostra la sottrazione delle risorse destinate alle regioni per l’edilizia residenziale pubblica realizzatasi con il varo della manovra estiva.

Risulterà evidente, anche al sottosegretario Mantovani, che la realizzazione di questo confronto – concludono Errani e Lorenzetti - è condizione imprescindibile affinché le Regioni possano poi confrontarsi nelle opportune sedi sul DPCM attuativo del “piano casa” .