ERRANI: OCCORRE CONCERTAZIONE SU RIFORMA SCUOLA

giovedì 18 dicembre 2008


ERRANI: OCCORRE CONCERTAZIONE SU RIFORMA SCUOLA

 

 

Roma, 18 dicembre 2008 (comunicato stampa)  “I regolamenti attuativi per attuare la riforma della scuola che hanno ricevuto oggi il via libera dal Consiglio dei Ministri sono il frutto di un’azione unilaterale del Governo. Non c’è stata nessuna concertazione con le Regioni, ma solo un primo confronto preliminare. Pertanto rappresentano al massimo l’inizio di un confronto di merito al quale non giovano trionfalismi e toni retorici”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

“La riorganizzazione della rete scolastica va realizzata attraverso una intesa in Conferenza Unificata – ha proseguito Errani - per essere poi operativa nell’anno scolastico 2010-11, come hanno ribadito le regioni nel corso dei confronti tecnici. Faccio un solo importante esempio: pensare di anticipare surrettiziamente i contenuti di questo futuro accordo attraverso i regolamenti emanati oggi dal Consiglio dei Ministri è un escamotage che non può essere accettato.

Sul tema della scuola va fatta chiarezza. Occorre evitare ogni sovrapposizione fra i processi in corso. Sarebbe stato quindi opportuno – ha concluso Errani - che l’esecutivo avesse stralciato dalla versione del regolamento odierno ogni riferimento alla definizione dei piani di dimensionamento sulla cui base andranno poi attivati i protocolli di intesa regioni-enti locali.