MANOVRA: ERRANI, IL NOSTRO ALLARME E’ FONDATO

giovedì 17 giugno 2010


MANOVRA: ERRANI, IL NOSTRO ALLARME E’ FONDATO

 

 

 

Roma, 17 giugno ‘10 (comunicato stampa)  “Le dichiarazioni rilasciate da diversi Ministri dimostrano che l’allarme lanciato dalle Regioni sulla insostenibilità e sulla iniquità della manovra è fondato”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

“Prendo atto – prosegue Errani - che esiste un maggiore grado di consapevolezza sulla pesantezza e sulla sproporzione del taglio imposto alle Regioni. E’ un primo passo in avanti, frutto della nostra iniziativa responsabile e istituzionale. Ora attendiamo i fatti. Deve essere chiaro a tutti che ci sono in gioco servizi essenziali per i cittadini in settori come il trasporto pubblico locale, il welfare, la sanità e il sostegno alla piccola e media impresa. Riequilibrare la manovra non è soltanto giusto, ma è anche indispensabile per l’Italia.

Adesso è il momento – ha aggiunto il Presidente della Conferenza delle Regioni - di fare chiarezza sulle diverse voci della spesa pubblica per effettuare una scelta che sia condivisa dai diversi livelli istituzionali della Repubblica. Lasciamo da parte la demagogia, impegnamoci in uno sforzo comune, al centro come in periferia, nella lotta per ridurre i costi di funzionamento e gli sprechi e costruiamo una manovra correttiva che sia sostenibile e soprattutto che non imponga sacrifici alle fasce più deboli della popolazione.

Di fronte alla difficile fase che vive il Paese – ha concluso Errani - occorre mettere bene a fuoco gli obbiettivi. C’è la necessità di inforcare lenti che ci facciano vedere bene da vicino, e mi riferisco ai conti pubblici,  alla trasparenza degli stessi e ai conseguenti interventi finanziari. E c’è la necessità di avere le giuste lenti per vedere lontano e dare al federalismo fiscale quella base finanziaria che lo renda possibile e utile per l’intero Paese”.