Errani (Regioni): CIG in deroga, superare il blocco dell’INPS

giovedì 24 gennaio 2013


 

La Conferenza delle Regioni porrà il problema in sede di Stato-Regioni e il Presidente Errani scriverà nelle prossime ore una lettera a Monti

 

Roma, 24 gennaio ’13 (comunicato stampa) “Il blocco della Cassa integrazione in deroga del 2012, autorizzata dopo il 31 dicembre, da parte del’INPS sulla base di una circolare del Ministero del Lavoro, desta allarme ed è molto preoccupante”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani che ha preannunciato “la determinazione delle Regioni di rappresentare l’urgenza dello sblocco in sede di Conferenza Stato-Regioni e la necessità di avviare rapidamente il confronto per affrontare il tema delle risorse per gli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013”.
“Siamo di fronte ad un aspetto di una questione sociale che sta interessando i territori regionali. Bloccare le autorizzazioni alla CIG in deroga significa creare problemi a lavoratori che vivono già momenti drammatici. Peraltro – aggiunge Errani – tutto ciò genera una sperequazione fra i lavoratori che possono fruire della Cassa ordinaria e straordinaria e quelli che, a causa del blocco, non possono fruire della CIG in deroga.
Occorre infine sottolineare – aggiunge Errani – che l’accordo Governo-Regioni e le successive intese stabiliscono che qualora le esigenze superino le risorse stanziate, il Governo si impegna ad affrontare il finanziamento degli ammortizzatori in deroga con risorse proprie.
La drammaticità e l’urgenza della situazione – conclude Errani - mi hanno portato anche a scrivere al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro del Lavoro per risollecitare un improcrastinabile intervento del Governo in merito”.