Emergenza ammortizzatori sociali in deroga: Regioni e Cgil, Cisl, Uil chiedono immediato sblocco

mercoledì 13 febbraio 2013


Emergenza ammortizzatori sociali in deroga:  Regioni e Cgil, Cisl, Uil chiedono immediato sblocco 

Roma, 13 Febbraio ‘13 (comunicato stampa) Si è tenuto oggi presso la sede della Conferenza delle Regioni a Roma, un incontro tra il Coordinatore degli Assessori al lavoro per la Conferenza delle Regioni, Gianfranco Simoncini  (coadiuvato dai dirigenti delle Regione Toscana e della Regione Lombardia) e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL (Serena Sorrentino, Segretario Confederale Cgil; Luigi Sbarra, Segretario Confederale Cisl; Guglielmo Loy, Segretario Confederale Uil).
Al centro del confronto l’emergenza relativa alla concessione degli ammortizzatori sociali in deroga.
Regioni e organizzazioni sindacali (CGIL, CISL e UIL) hanno ribadito le fortissime preoccupazioni per la situazione sociale venutasi a creare per il blocco dei pagamenti da parte dell’INPS degli ammortizzatori sociali in deroga dovuto ad una circolare del Ministero del Lavoro.
Regioni e sindacati chiedono l’immediato superamento di tale disposizione e la conseguente autorizzazione da parte del Ministero del lavoro all’INPS a coprire tutti i pagamenti relativi al 2012 e segnalano l’urgenza della firma dei Decreti autorizzativi per il 2013.
“Si tratta di una esigenza condivisa – ha spiegato Gianfranco Simoncini – che ci porta, ognuno per la parte di propria competenza, a chiedere un confronto con la Presidenza del Consiglio e il Ministero del lavoro.
Siamo di fronte -  ha aggiunto Simoncini – ad una situazione drammatica con circa 100.000 lavoratori in attesa del pagamento a causa di un blocco che appare incomprensibile e non condivisibile. E’ un vero e proprio problema sociale a cui si affiancherà un inevitabile aggravamento organizzativo perché l’INPS si troverà a dover gestire in tempi rapidi un arretrato di circa tre mesi di pratiche.
Durante l’incontro con Cgil, Cisl e Uil – ha concluso Simoncini - abbiamo ribadito la fortissima preoccupazione che nutriamo rispetto alla copertura degli ammortizzatori sociali per il 2013 e alla insufficienza delle risorse. Con i sindacati abbiamo condiviso la necessità che siano firmati subito i previsti decreti attuativi e che si apra un confronto urgenze Governo – Regioni – Organizzazioni sindacali su entità, disponibilità e composizione delle risorse necessarie per la completa copertura finanziaria”