Ammortizzatori sociali in deroga; Errani: “allarme e preoccupazione per l’incremento delle domande del 2013: garantire le risorse necessarie”

giovedì 4 aprile 2013


 


L’assessore Gianfranco Simoncini scrive al Ministro Fornero: le risorse attuali garantiscono la copertura al massimo fino a giugno. Le prime stime fanno prevedere la necessità di almeno 2750 milioni
 

 

Roma, 4 aprile ’13 (comunicato stampa) “La situazione relativa alla concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013 desta preoccupazione per l’incremento della domande presentate. Occorre un intervento tempestivo del Governo per assicurare la copertura finanziaria per tutto il 2013”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.
“La Conferenza delle Regioni – ha sottolineato Errani - ha ribadito in più occasioni la necessità di rispettare gli accordi sottoscritti che prevedono l’intervento dello Stato nel caso in cui le risorse stanziate si fossero rivelate, nel corso dell’anno, insufficienti. Stiamo vivendo situazioni al limite dell’allarme sociale in molte Regioni italiane: le imprese stanno attraversando una fase particolarmente difficile  e molti lavoratori si trovano in circostanze drammatiche, aggravate da una prospettiva che ora, anche rispetto agli ammortizzatori sociali, non offre certezze finanziarie. Per questo si impone un’azione rapida da parte dell’esecutivo e per questi motivi – ha concluso Errani - ho chiesto all’Assessore Simoncini di inviare una lettera al Ministro Fornero per  rappresentare la gravità della situazione”.
“Con le risorse oggetto della decretazione in corso – scrive Gianfranco Simoncini (che per la Conferenza delle Regioni coordina la materia nell’ambito della Commissione lavoro, istruzione e formazione) nella lettera inviata al Ministro del lavoro -  si può ipotizzare che la copertura attuale consentirebbe di garantire autorizzazioni nella migliore delle ipotesi fino a giugno”.
Dopo aver ricordato che occorre ancora chiudere definitivamente la “partita” del 2012, per tutti i lavoratori che hanno maturato il diritto alla Cig in deroga, Simoncini spiega che, considerando “i forti incrementi registrati nel primo trimestre dell’anno”, è praticamente certo un “significativo aumento dell’utilizzo della deroga”. “Nella più prudenziale delle ipotesi”, l’aumento non sarà inferiore al 25% in più rispetto all’anno precedente, “una stima – spiega Simoncini - basata sull’andamento della spesa storica”. “Siamo in presenza – sottolinea ancora Simoncini - di un aumento costante degli ammortizzatori in deroga”, siamo passati “dai 773 milioni di euro del 2009 ai 1500 milioni di euro del 2010 ai 1600 milioni di euro del 2011. Nel 2012 si presuppone di raggiungere una spesa complessiva superiore ai 2200 milioni di euro”. E proprio considerando “il picco di richieste pervenute negli ultimi tre mesi”, decisamente significativo rispetto al trimestre dell’annualità precedente - conclude Simoncini - si ritiene necessario che il Governo “preveda un significativo aumento degli stanziamenti di bilancio fino a raggiungere almeno la disponibilità di 2750 milioni di euro”.