Convenzione di medicina generale: Montaldo risponde a Milillo, “lavoriamo per un confronto di merito e faremo sicuramente meglio alla sanità italiana”

giovedì 8 maggio 2014


 

 
Roma, 08 maggio ’14 (comunicato stampa) “Le nuove e ulteriori dichiarazioni del Segretario della FIMMG, Giacomo Milillo, risultano davvero poco comprensibili, alla vigilia del secondo incontro in SISAC, per la nuova convenzione. Ed anche le schermaglie del confronto contrattuale sono una realtà stantia che bisognerebbe abbandonare per puntare alla sostanza del confronto e dei risultati”, è questo il commento di Claudio Montaldo - Vicepresidente della Regione Liguria e Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità – alle dichiarazioni rilasciate oggi dal Segretario nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo.
“Anche per quanto attiene al Patto della Salute, Milillo non si risparmia un attacco alle istituzioni regionali e al Presidente della Conferenza delle Regioni, ritornando sul ritornello delle Regioni buone e cattive, prevalentemente cattive, finendo per auspicare il ritorno di un neo centralismo.
I tempi del Patto si sono sicuramente allungati, ma nel frattempo è cambiato il Governo, per fortuna non il ministro, e c'è voluto non poco tempo per avere qualche certezza delle risorse disponibili, fattore non proprio banale.
Il dottor Milillo sa con quanta determinazione si è lavorato per far partire la contrattazione per la convenzione dei Medici di Medicina Generale che - non è ozioso ricordarlo - è in questo momento l'unica pubblica in corso. Lavoriamo – conclude Montaldo - per un confronto di merito e faremo sicuramente meglio alla sanità italiana e ai medici”.