Ordine del Giorno della Conferenza delle Regioni sul futuro dell’informazione regionale RAI in relazione al DL 66/2014

giovedì 15 maggio 2014


 

Roma, 15 maggio ’14 (comunicato stampa) La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, presieduta dal Presidente Vasco Errani, ha approvato il seguente Ordine del Giorno:

“ORDINE DEL GIORNO SUL FUTURO DELL’ INFORMAZIONE REGIONALE RAI IN RELAZIONE AL DL 66/2014

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome condivide l’esigenza di affrontare il tema del riassetto delle società pubbliche e delle aziende partecipate, ma esprime preoccupazione rispetto ai possibili effetti delle norme previste all’articolo 21 del Decreto (che si sommano a quanto già previsto all’articolo 20 per tutte le società partecipate) relative alla RAI, azienda chiamata a garantire in regime di concessione il servizio pubblico radiotelevisivo.
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome considera strategica e fondamentale nel servizio pubblico radiotelevisivo “l’informazione di prossimità” e ritiene necessaria un’articolazione territoriale della diffusione dell’informazione giornalistica, anche attraverso il disposto del “Contratto di Servizio”, garantendo la presenza di redazioni RAI in ciascuna Regione e Provincia autonoma e salvaguardando l’autonomia di ciascuna redazione regionale.
Occorre una valutazione congiunta Governo – Regioni – enti locali sul futuro dell’informazione regionale della RAI, nella consapevolezza che siano quanto mai necessari interventi anche per:
  • il riassetto delle sedi decentrate della RAI;
  • una strutturazione che permetta al segnale del digitale terrestre della terza rete una effettiva ricezione dei TG regionali in ciascuna Regione;
  • il recupero dell’evasione dal pagamento del Canone di abbonamento RAI.
  • La Conferenza delle Regioni chiede quindi al Ministro per gli affari regionali di porre tali questioni all’ordine del giorno della Conferenza Unificata.
    Infine dà mandato al Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome:
    1)          di trasmettere il presente “ordine del giorno” ai Presidenti delle Commissioni Bilancio di Camera e Senato affinché il Parlamento possa tenerne conto durante il dibattito per la conversione il legge del D.L. 66/2014;
    2)          di richiedere un incontro di una delegazione della Conferenza al Presidente del Consiglio di Amministrazione e al Direttore Generale della RAI per un confronto di merito, nel rispetto dell’autonomia dell’Azienda, sugli intendimenti futuri in relazione al D.L. 66/2014 e al “Contratto di Servizio 2013-2015”.