Chiamparino (Regioni): il “Giorno del Ricordo” sia occasione per rinnovare impegno di solidarietà

martedì 10 febbraio 2015


 

 
Roma, 10 febbraio 2015 (comunicato stampa) “Il Giorno del Ricordo riporta alla memoria le immagini e la storia drammatica di molti italiani trucidati nelle foibe o costretti all’esilio, ma è soprattutto l’occasione per riflettere in generale sui crimini contro l’umanità e sulle esigenze di un impegno che deve rinnovarsi giorno dopo giorno”, lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino. E “le strumentalizzazioni di coloro che vogliono piegare il significato di questa giornata alla faziosità non giovano ad una riflessione che dovrebbe essere comune”, ha aggiunto Chiamparino riferendosi alle posizioni polemiche assunte da alcuni esponenti politici.
“L’accostamento inevitabile dovrebbe infatti unirci nell’impegno per la solidarietà rispetto alle tragedie di questi giorni al largo delle nostre coste, ai venti di guerra ai confini orientali dell’Europa, alle persecuzioni etniche o religiose. Il pensiero insomma va ai molti che ancora oggi – conclude Chiamparino - sono costretti ad abbandonare i propri luoghi d’origine e i propri affetti, a quei territori che, in nome di un modo sbagliato d’intendere identità e valori, sono bagnati dal sangue”.