+T -T


La Conferenza delle Regioni ha salutato il suo Segretario generale, Marcello Mochi Onori

giovedì 5 ottobre 2017

Un minuto di silenzio e un lungo applauso

Roma, 5 ottobre 2017 (comunicato stampa) Un minuto di silenzio e un lungo applauso. Così la Conferenza delle Regioni ha salutato il suo Segretario generale, Marcello Mochi Onori.

“Ognuno di noi – ha detto il Presidente Stefano Bonaccini rivolgendosi all’assemblea – conserva un ricordo personale di Mochi Onori, uomo delle istituzioni, colto, garbato, rigoroso, sempre capace di proporre soluzioni condivise. Ho avuto modo di parlare con molti Presidenti ed ex Presidenti e con diversi Assessori di lui anche nei mesi pregressi, ricevendo sempre, da tutti, inequivocabili attestati di stima e di fiducia. È stato il direttore infaticabile – era possibile rintracciarlo a qualunque ora del giorno e della notte - di una struttura che, anche grazie al suo sacrificio e al suo spirito di servizio, ha saputo guadagnarsi uno spazio di primo piano nell’evoluzione del regionalismo italiano”.

A ricordare a nome del personale chi per “oltre trent’anni è stato l’unica guida” del Cinsedo (Centro Interregionale Studi e Documentazione) è stata Marina Principe (Dirigente della Segreteria della Conferenza delle Regioni) che con commozione si è soffermata sugli aspetti umani, sul lato personale, sulla grande affabilità, sulla sottile ironia che ha sempre contraddistinto nei rapporti lavorativi e professionali Marcello Mochi Onori. “Siamo cresciuti insieme, grazie al lavoro di tutti noi, ma soprattutto grazie alla sua attenta regia. Porteremo sempre con noi – ha concluso Marina Principe – i tuoi insegnamenti di vita e di lavoro”.