+T -T


Regioni: ripartito fondo Politiche Giovanili

mercoledì 24 gennaio 2018

Roma, 24 gennaio 2018 (comunicato stampa) Ripartito nel corso della Conferenza delle Regioni del 24 gennaio il Fondo per le politiche giovanili 2018 (2.156.836 euro). Il riparto delle risorse è stato poi ratificato con una Intesa sancita in Conferenza Unificata.

“Abbiamo ripartito risorse in un fondo sociale molto significativo – spiega Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni – quello per le Politiche Giovanili, che per il 2018 è quasi raddoppiato rispetto a quanto stanziato l’anno precedente e per un terzo è finanziato dalle Regioni. Tutto ciò a dimostrazione di un’attenzione e di una sensibilità maggiore verso i ragazzi e le loro prospettive di crescita all’interno della società. Rispetto all’uso dei fondi abbiamo anche chiesto al Governo una maggiore flessibilità sul recepimento delle specifiche proposte progettuali per combattere il disagio giovanile”.
 

Tabella Fondi politiche giovanili 2018

 

REGIONE
% QUOTA REGIONALE FPG 2017
QUOTA REGIONALE FPG 2018 (*)
COFINANZIOAMENTO MINIMO REGIONALE (almeno il 20%)

Abruzzo

2.45%

52.843,00

13.211,00

Basilicata

1.23%

26.529,00

6.632,00

Calabria

4.11%

88.646,00

22.162,00

Campania

9.98%

215.252,00

53.813,00

Emila Romagna

7.08%

152.704,00

38.176,00

Friuli Venezia Giulia

2.19%

47.235,00

11.809,00

Lazio

8.60%

185.488,00

46.372,00

Liguria

3.02%

65.136,00

16.284,00

Lombardia

14.15%

305.192,00

76.298,00

Marche

2.65%

57.156,00

14.289,00

Molise

0.80%

17.255,00

4.314,00

Provincia di Bolzano

0.82%

17.686,00

4.422,00

Provincia di Trento

0.84%

18.117,00

4.529,00

Piemonte

7.18%

154.861,00

38.715,00

Puglia

6.98%

150.547,00

37.637,00

Sardegna

2.96%

63.842,00

15.961,00

Sicilia

9.19%

198.213,00

49.533,00

Toscana

6.56%

141.488,00

35.372,00

Umbria

1.64%

35.372,00

8.843,00

Valle d’Aosta

0.29%

6.255,00

1.564,00

Veneto

7.28%

157.019,00

39.255,00

Totale

100.00%

2.156.836,00

 

(*) La quota FPG 2018 è stabilita nel 30% dell’ammontare dello stanziamento del Fondo stesso, come determinato dalla legge di bilancio per l’anno 2018 e da eventuali riduzioni disposte da manovre di finanza pubblica.