Giochi del Mediterraneo Pescara 2009

martedì 13 settembre 2005


Giochi del Mediterraneo Pescara 2009

(regioni.it) Organizzazione dei prossimi Giochi del Mediterraneo, che si svolgeranno a Pescara nel 2009.

Si è svolta a Roma una Conferenza Stampa di presentazione e promozione dell’evento da parte della regione Abruzzo. In particolare è stata sottolineata la necessità del riconoscimento dello stato di grande evento sportivo. Pertanto vi deve essere l’impegno di collocare le risorse necessarie nella Finanziaria 2006, al fine di far fronte ai futuri costi organizzativi.

Lo ha ribadito il vice presidente della Regione, Enrico Paolini. Alla conferenza stampa ha partecipato anche il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, che ha anche annunciato che l'istruttoria per il riconoscimento di Pescara 2009 come grande evento sportivo e' in fase di istruttoria e dovrebbe concludersi entro la fine di settembre in coincidenza dell'inizio della discussione della legge finanziaria.

Insieme a Letta e Paolini erano presenti anche il presidente del Coni, Gianni Petrucci e il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso.

''Di fronte a questo impegno - ha spiegato Paolini - la Regione Abruzzo si impegnera' a votare entro la fine dell'anno una legge poliennale in grado di assicurare l'apporto dell'Ente nell’organizzazione dell'evento. E' chiaro che per fare questo e' necessario un impegno concreto del Governo che mi pare sia arrivato oggi da quanto affermato da Gianni Letta. I tempi per realizzare l'evento sembrano ampi - ha aggiunto Enrico Paolini - ma, come ha detto Letta, mi sembra che bisogna iniziare subito a lavorare concretamente''.

Paolini ha poi anticipato l'iniziativa che intende portare avanti la Regione Abruzzo in vista dei Giochi del Mediterraneo, e cioe' ''nel 2007 avviare il grande rientro dei tanti emigranti abruzzesi che popolano i Paesi piu' disparati nel mondo. Quella data deve essere una sorta di prova generale in vista dei Giochi del Mediterraneo. In quella circostanza, di fronte al rientro di migliaia e migliaia di emigranti, le strutture ricettive e di collegamento della nostra regione saranno testate per l'evento sportivo internazionale''.

Tutto sta ad avere le risorse giuste e a mettere a fuoco i problemi, ovvero cio' che si sta facendo adesso. ''Questo comitato organizzatore - e' il paragone fatto da Gianni Letta - e' come la Ferrari che deve assemblare i pezzi per poi vincere: ma per favore, che sia la Ferrari del 2004 e non quella di quest'anno, altrimenti sarebbe un problema''.

Letta ha assicurato che l'itinerario per far avere alla manifestazione il riconoscimento governativo di Grande Evento ''e' gia' in essere e non ci dovrebbero essere problemi per la sua approvazione'', per la quale Letta si sta spendendo in prima persona: il tutto prima del varo della prossima finanziaria, in modo che poi questi Giochi vi possano essere inseriti con tutto cio' che comporta a livello di contributi finanziari e semplificazioni burocratiche-legislative. Tenere conto di Pescara 2009 al momento della finanziaria significherebbe farlo poi, automaticamente, anche nei prossimi anni e quindi anche in caso di diversa maggioranza politica dopo le elezioni del prossimo anno.

 In ogni caso, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha tenuto a sottolineare un concetto: ''non pensate che il 2009 sia lontano - ha detto Letta - perche' invece e' molto vicino. L'esempio di Torino 2006 puo' servire a mettere a frutto anche le esperienze negative. Per il comitato di Pescara le porte di Palazzo Chigi saranno sempre aperte ma dobbiamo assolutamente farci trovare pronti per un evento che puo' avere implicazioni politiche e commerciali, vista l'area in cui si svolge. per il Paese il successo di Pescara 2009 e' importante,

e la nostra collaborazione sara' tempestiva''.

Ora si sta lavorando soprattutto su due punti: il problema dello stadio, con la sensazione che piu' che costruirne uno nuovo, a Pescara sceglieranno di rifare quello gia' esistente (l'Adriatico, che avra' la pista d'atletica, assolutamente necessaria per questi Giochi), e quello del villaggio atleti.

Il budget complessivo si aggirera' sui 200 milioni di euro, tenendo conto che si spera di trovare degli sponsor, incassare qualcosa dai diritti televisivi (le trattative con la Rai sono gia' state avviate) e che dipenDera' anche da quanto costera' lo stadio: il tetto massimo di spesa prevista per questo impianto e', secondo quanto ha precisato il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, di 25 milioni di euro.

(red/12.09.05)

 

 N. 581 - 12 Settembre 2005