Beni culturali: Bray e Scopelliti, presto riapre museo Reggio Calabria

sabato 7 dicembre 2013



ZCZC
ASC0271 1 CRO 0 R01 / LK XX ! 1 X


(ASCA) - Catanzaro, 7 dic - Il ministro dei Beni e della
attivita' Culturali, Massimo Bray, e il presidente della
Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, hanno tenuto una
conferenza stampa a Roma, nella sede del Mibac, per
annunciare la riapertura entro 15-20 giorni del Museo
Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. All'incontro
con la stampa - informa una nota - hanno inoltre preso parte
l'assessore alla Cultura, Mario Caligiuri, e Antonia Recchia,
segretario generale del Ministero. Il museo sara'
definitivamente aperto entro aprile 2014. Di 32 milioni di
euro il costo totale dei lavori.
''La riapertura del museo nazionale della Magna Grecia -
ha detto Scopelliti - rappresenta un fatto di grande
rilevanza per la regione e l'intero paese. Nei prossimi mesi
avvieremo una campagna di comunicazione finalizzata al
rilancio della struttura museale e per la diffusione in
Italia e nelle principali citta' europee dell'immagine dei
Bronzi. Ci sono anche forze private che vogliano far parte di
questo progetto, che prevede anche un finanziamento dalla
Regione attraverso l'utilizzo di fondi comunitari. Mi preme
ringraziare il ministro per l'attenzione prestata e per la
sensibilita' dimostrata verso la nostra comunita' e per
l'accelerazione data per la riapertura del Museo''.
Scopelliti ha poi parlato della possibilita' di
coinvolgere Alitalia per incentivare le visite al museo di
Reggio Calabria. Inoltre, ha aggiunto Scopelliti, ''si sta
lavorando per la zona archeologica di Sibari: sono stati
stanziati 16 milioni di euro e sono state bandite le gare, il
bando scade fra 10 giorni''. Anche su Sibari c'e' grande
interesse ed attenzione della Regione Calabria.
Il ministro Bray ha espresso grande soddisfazione per
l'operazione compiuta questa notte che ha consentito il
trasporto dei Bronzi dal Consiglio regionale della Calabria
al museo. Era dal 2009 che i Bronzi erano ospitati nel
palazzo Campanella. ''La decisione di riportarli a casa, nel
Museo, era sollecitata da tempo perche' tutti erano
consapevoli della necessita' di fare presto, trattandosi di
un vero e proprio patrimonio dell'umanita'. Entro 10 giorni -
hanno concluso Scopelliti e Bray - i bronzi saranno messi in
piedi''.
red/sam/
071343 DIC 13

NNNN