[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
IL PRESIDENTE DELLAI HA RICEVUTO IL NUOVO QUESTORE DE LUCA

mercoledì 19 giugno 2002


(d.f.) – Il Trentino, una realtà tranquilla sotto il profilo della sicurezza dei cittadini. Non solo: un territorio in cui è possibile anche sperimentare forme nuove di sinergia fra diversi soggetti preposti all’ordine pubblico. Questo, in sostanza, il quadro delineato stamani dal presidente della Provincia Autonoma Lorenzo Dellai, incontrando il nuovo questore di Trento, Antonio De Luca, arrivato ieri in città. De Luca, che ha diretto negli ultimi anni la polizia stradale nazionale, si è mostrato molto interessato, in particolare, nei confronti del progetto di riorganizzazione del servizio di polizia municipale proposto dalla Giunta provinciale. Il presidente Dellai ha spiegato al nuovo questore che si tratta di un modo per dotare anche i comuni più piccoli di un servizio minimo di qualità e di presidio del territorio, sfruttando lo strumento dei consorzi. Naturalmente, ha precisato ancora Dellai, si tratterà di organizzare tale servizio in stretto raccordo con gli operatori della sicurezza, le forze di polizia già molto attive sul territorio. Il questore ha mostrato di apprezzare molto l’ipotesi. “Anche nella mia esperienza professionale passata ho sempre visto con molto favore a una crescita, in termini di competenze e di mansioni, dei vigili urbani, che hanno il pregio di essere molto vicini alla gente e ai suoi problemi. Credo che questo progetto sia davvero nell’interesse di tutta la comunità ”. Salutando dunque il suo ospite e formulandogli i migliori auguri di buon lavoro e di buona permanenza in Trentino, il presidente Dellai ha ribadito la vicinanza e l’amicizia che lega la Provincia Autonoma di Trento alla polizia e in generale alle forze dell’ordine operanti in Trentino.