[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
IL 16 E 17 LUGLIO LA SECONDA EDIZIONE DEL MEETING DI SAN ROSSORE. PACE, EDUCAZIONE, TERRITORIO, SALUTE, ALIMENTAZIONE I TEMI AL CENTRO DEL CONFRONTO

mercoledì 10 luglio 2002


FIRENZE Meeting di San Rossore, atto secondo. A un anno esatto di distanza dalla prima edizione, torna, il 16 e 17 luglio 2002, l'appuntamento organizzato dalla Regione Toscana per mettere a confronto idee, proposte, intelligenze sui grandi problemi del pianeta e della sua sopravvivenza. Questa nuova edizione - che si terrà ancora nella straordinaria cornice della ex tenuta presidenziale, ora parte integrante del Parco regionale di Migliarino-Massaciuccoli-San Rossore - si propone un obiettivo nuovo rispetto ai risultati raggiunti lo scorso anno. Se il Meeting del 2001 fu la dimostrazione - a pochi giorni e a pochi chilometri dai drammi del G8 di Genova - che un dialogo aperto e pacifico tra istituzioni e movimenti sui problemi della globalizzazione era non solo auspicabile ma possibile, la due giorni di quest'anno centrerà la sua attenzione su cinque questioni specifiche: la pace, l'educazione, il territorio, la salute e l'alimentazione. Attorno a questi temi, con l'obiettivo di trovare soluzioni sociali a problemi globali, si svolgeranno quattro sessioni di lavoro, che vedranno protagonisti intellettuali, studiosi, amministratori degli enti locali di tutto il mondo, rappresentanti dei movimenti e del volontariato. Tante le personalità che hanno accolto l'invito del presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, a partecipare ai lavori di San Rossore. Tra loro, studiosi come Vandana Shiva, Massimo Cacciari, Ivan Illich, Tullio Regge, Edward Goldsmith, Omar Calabrese, imprenditori come Cesare Romiti, giornalisti come Ferruccio De Bortoli, uomini di chiesa come Frei Betto e Alex Zanotelli, artisti come Jean-Michel Folon, e il portavoce del Genoa Social Forum, Vittorio Agnoletto. Nutrita anche la partecipazione di uomini delle istituzioni: dal sindaco della città palestinese di Nablus, Ghassan Al Shaka, a quello della città isreliana di Acco, Shmaryahu Biran; dal ministro del governo regionale basco, José Ganuza, al presidente del Consiglio regionale del Limousin, Robert Savy, al prosindaco di Venezia, Gianfranco Bettin. (af) Il programma completo del Meeting di San Rossore è consultabile su www.primapaginatoscana.it