[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
Decisione della Giunta stamani su proposta dell’assessore Roberto Pinter LA PROVINCIA AUTONOMA PARTECIPA AD UN PROGETTO EUROPEO NEL SETTORE DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA Il coordinatore italiano è la Federazione Trentina delle Cooperative

venerdì 12 luglio 2002


(m.p.) – La Provincia autonoma di Trento parteciperà ad un progetto dell’Unione europea che si propone di studiare e valorizzare le fonti rinnovabili di energia nelle aree montane. La decisione è stata presa stamani dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore competente Roberto Pinter, e vedrà la Provincia autonoma schierata – in veste di subcontraente – a fianco della Federazione Trentina delle cooperative che è il coordinatore italiano del progetto - fornendo l’assistenza tecnica per la realizzazione di studi specifici e supporto organizzativo nella fase di disseminazione dei risultati, attraverso corsi di formazione, seminari e quant’altro. L’iniziativa, che consolida l’impegno della Provincia autonoma nella direzione dello sviluppo sostenibile del territorio, è denominata “ Practical partnership for achieving 100% Renewable Energy Comunities”, e interessa territori di quattro diverse nazioni europee: il Teesale District per l’Inghilterra, le Conteee di Kalmar e Kroneberg per la Svezia, la Contea del Kerry per l’Irlanda, e la provincia di Trento. L’obiettivo di breve periodo è la creazione di una partnership per valutare e attuare progetti concreti nel campo delle energie rinnovabili, in particolare energia fotovoltaica, solare, eolica, proveniente da biomasse; sul lungo periodo si punta a raggiungere nelle aree interessate il traguardo del 100 per cento delle fonti RES (Fonti di Energia Rinnovabili), creando quindi delle regioni-modello che possano essere imitate da altri territori europei. Ci si attende inoltre che questo crei nuovi mercati per i prodotti e i servizi legati all’energia rinnovabile, e nuova occupazione in particolare all’interno delle piccole e medie imprese. Obiettivi specifici per il Trentino sono infine la predisposizione di un “ pacchetto energia” per le famiglie attraverso l’attivazione di una rete di punti di consulenza sul territorio, la riduzione dell’utilizzo delle fonti energetiche tradizionali, non rinnovabili (come il petrolio e suoi derivati), e la promozione di una cultura del risparmio energetico. Oltre alla Federazione Trentina delle Cooperative e alla Provincia autonoma sono coinvolti in questa importante iniziativa il Consorzio dei Comuni, il Consorzio Lavoro Ambiente, i Consorzi Elettrici.