[Comunicato stampa Giunta regionale Veneto]
1177/2002 (SAN) SANITA’: PROTOCOLLO D’INTESA SU FUTURO OSPEDALE VALDAGNO GAVA: “ CONFERMATI TUTTI GLI IMPEGNI PRESI NEL TEMPO”

martedì 30 luglio 2002


(AVN) Venezia, 30 lug. – Il futuro del nuovo ospedale di Valdagno (Vicenza) è contenuto in un protocollo d’intesa tra Regione Veneto, Uls 5 e Comune di Valdagno, che delinea i passaggi che porteranno alla messa in funzione della struttura, presumibilmente entro il 2003. Il documento è stato ufficializzato oggi, con la firma apposta per la Regione dall’assessore alla sanità Fabio Gava. Il protocollo, in quattro punti, prevede l’attivazione di un ospedale di rete con pronto soccorso secondo quanto prevede la programmazione attualmente all’esame della commissione del consiglio regionale; l’impegno della Regione a sostenere nelle proprie sedi istituzionali le azioni necessarie al raggiungimento dell’obbiettivo; quello della direzione generale dell’Uls 5 a compiere gli atti di programmazione di sua competenza; quello del Comune di Valdagno ad attivare le procedure urbanistiche necessarie per la valorizzazione del patrimonio non sanitario dell’Uls, con il vincolo che i proventi di eventuali vendite vengano utilizzati interamente per completare e attivare il nuovo ospedale. “A questo protocollo – precisa Gava – seguirà uno specifico Accordo di Programma, ma già questo documento formalizza con la massima chiarezza quello che sarà il futuro di questo ospedale e conferma tutti gli impegni presi in passato, quando in più occasioni ebbi modo di delineare le scelte della Regione sulla sanità dell’area, che erano e sono di riorganizzazione e di sviluppo, non di ridimensionamento”. Il Protocollo di oggi serve a sostenere i reciproci impegni in una fase in cui il nuovo ospedale passa dalla fase dell’intervento puramente edilizio e tecnologico a quella dell’attivazione della struttura ospedaliera per la quale sono già stati impegnati circa 22 milioni di Euro. “L’obbiettivo – dice Gava – è quello di consegnare alla collettività della Valle dell’Agno un presidio ospedaliero moderno ed efficiente; dotato di servizi di diagnosi e cura (pronto soccorso con ambulanza medicalizzata, terapie intensive, radiologia, laboratorio analisi, medicina, chirurgia, lungodegenza, riabilitazione, ostetricia e ginecologia) tale da potersi proporre nel tempo in modo competitivo e continuativo come erogatore di servizi sanitari.