[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
LN/B-LOMBARDIA.14 MLN DI EURO PER RETI TECNOLOGICHE E VIABILITA'

domenica 11 agosto 2002


(Ln - Milano, 12 ago) La giunta regionale, su proposta dell'assessore al Bilancio, Romano Colozzi, ha approvato i finanziamenti Frisl per il biennio 2002/2004 relativi a due aree di progetti, una riguardante gli interventi per la gestione a rete dei servizi e per il governo elettronico nella pubblica amministrazione, l'altra gli interventi viabilistici su strade provinciali. Il finanziamento per la prima area di progetti, che ammonta a 6.246.977 euro, è suddiviso al 50 % su due obiettivi: dotazione di infrastrutture nel sottosuolo per l'alloggiamento dei servizi a rete, comprese le reti telematiche; realizzazione di reti per la cablatura delle sedi municipali interessate dal progetto e sviluppo di servizi integrati nella pubblica amministrazione locale. Beneficiari del progetto sono le comunità montane, i comuni singoli o in associazioni (comunque con popolazione residente pari ad almeno 10.000 abitanti o almeno 3000 abitanti per i comuni montani), aziende o società a prevalente capitale pubblico che eroghino servizi pubblici o di pubblica utilità. Saranno considerati ammissibili al finanziamento progetti con un importo minimo previsto pari a 100.000 euro per l'obiettivo 1 e 50.000 euro per l'obiettivo 2 (Iva esclusa). I tempi di realizzazione delle opere relative alle due aree di intervento dovranno essere compresi tra il 31 marzo 2004 e la fine del 2005. Il finanziamento per la seconda area di progetti, che ammonta a 8 milioni di euro (un milione per il 2003 e 7 milioni per il 2004), copre interventi per migliorare la sicurezza della circolazione stradale e abbattere il tasso di incidentalità: realizzazione di rotatorie e canalizzazioni dei flussi principali del traffico, nel caso di intersezione con strade di inferiore livello gerarchico; attraversamenti ciclopedonali e, in genere, interventi per alleggerire gli snodi viari tra strade intercomunali e traffico locale; eliminazione di "punti critici" nella circolazione, in particolare strettoie, curve anomale, adeguamenti della carreggiata causa di incidenti; opere e interventi per vietare la svolta a sinistra quando vietato (su assi a traffico elevato); realizzazione di guard rail, spartitraffico per la protezione rispetto a ostacoli esterni alla carreggiata (con esclusione di opere di arredo urbano e piste ciclabili); ridefinizione dei sistemi e dei cicli semaforici sulle strade provinciali. Beneficiari del finanziamento sono i comuni, singoli o associati, e le province; potranno essere ammessi al finanziamento progetti dal costo complessivo compreso tra 100.000 e 350.000 euro. Ogni provincia potrà presentare al massimo 5 domande di finanziamento per un contributo non superiore a 750.000 euro, mentre ogni comune potrà presentare una sola richiesta. Tutti gli interventi da realizzare dovranno essere conformi agli strumenti urbanistici adottati dai comuni. I tempi di realizzazione delle opere dovranno essere compresi tra il 31 marzo 2004 e la fine del 2005. (Ln) Vert - 020812b