[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
Proposta della Provincia autonoma in risposta alle sollecitazioni del sindaco di Riva PINTER: UN TAVOLO DI COORDINAMENTO PER LA SALVAGUARDIA DELLE ACQUE DEL GARDA La prima riunione prevista per la fine del mese di agosto

martedì 13 agosto 2002


(m.p.) - Un tavolo di coordinamento per monitorare la salute del lago di Garda, e decidere gli interveti da realizzare per la sua tutela. Questa la risposta della Provincia autonoma di Trento alle preoccupazioni avanzate dal sindaco di Riva del Garda Cesare Malossini, in merito allo stato delle acque del lago. Con una lettera, ripresa anche dagli organi di informazione, il sindaco, qualche giorno fa, aveva denunciato l’esistenza di tutta una serie di “campanelli d’allarme”, lamentando inoltre un insufficiente coordinamento delle strutture preposte alla tutela ambientale e al monitoraggio del lago. In seguito a ciò, il vicepresidente della Provincia autonoma, Roberto Pinter, ha concordato con Malossini l’attivazione di un tavolo che riunisca i responsabili delle diverse unità operative interessate. Il tavolo si riunirà già nel mese di agosto, probabilmente nell’ultima settimana, alla presenza anche del presidente della Provincia autonoma Lorenzo Dellai e degli assessori competenti. In questo modo l’ esecutivo provinciale intende accrescere l’efficacia delle politiche poste in essere per la tutela e la valorizzazione del lago di Garda, straordinaria risorsa sia ambientale che turistica.