[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
(ARC) UNIVERSIADE: ANCHE MARIA GUIDA TEDOFORO PER LA FIACCOLA

mercoledì 14 agosto 2002


Trieste, 13 ago - Maria Guida, l'atleta di Vico Equense che sabato ha vinto la maratona ai campionati europei di atletica, sarà uno dei tedofori che porteranno la fiaccola delle Universiadi invernali di Tarvisio 2003. L'unico oro della nostra nazionale, avvicinata a Monaco di Baviera dal project manager Enzo Cainero subito dopo esser scesa dal podio, con entusiasmo ha assicurato la sua presenza nella penultima tappa, quella che dall'Università di Trieste raggiungerà l'ateneo di Udine. Sarà questo, infatti, come ricorda il presidente del Comitato organizzatore e assessore regionale allo sport, Luca Ciriani, uno dei momenti più significativi della staffetta che in due settimane, tra il 3 ed 16 gennaio, condurrà la fiaccola da Roma, sede ufficiale del CUSI, a Tarvisio, lungo un percorso di 1600 chilometri che toccherà complessivamente 13 sedi universitarie. Come lo stesso Ciriani ha annunciato a Monaco in una serata a Casa Italia Atletica, nell'occasione saranno infatti celebrati i grandi atleti azzurri del fondo e del mezzofondo, che il comitato organizzatore dell'Universiade sta contattando proprio in questi giorni. Tre sci accostati in forma armoniosa, simbolo dell'unione dei tre popoli (italiano, sloveno ed austriaco) che condividono, attorno a Tarvisio, un territorio "senza confini". Così è fatta la fiaccola, realizzata da Alessia Marescutti, studentessa dell'Istituto d'arte Sello di Udine. Per i giochi universitari è una novità assoluta, tant'è che questa diventerà la fiaccola di tutte le prossime Universiadi. Gran parte dell'intero percorso sarà coperta da atleti del CUS di Udine, assistiti lungo il tracciato da uno staff di 14 persone, medico compreso. "Una splendida opportunità - evidenzia l'assessore Ciriani - per coinvolgere intorno all'evento Universiade tutto il mondo universitario e la popolazione delle regioni attraversate. Un'ottima occasione, inoltre, per parlare del Friuli-Venezia Giulia e della sua offerta turistica e sportiva". La tappa tra Trieste e Udine, come detto, sarà trasformata in una grande festa del fondo e del mezzofondo. Negli ultimi 20 chilometri ai tedofori del CUS Udine si aggiungeranno, via via , i grandi nomi degli azzurri di ieri e di oggi. Non solo Maria Guida, dunque, ma Venanzio Ortis e Laura Fogli, che si sono già resi disponibili, nonché personaggi come Gelindo Bordin e Francesco Panetta, il cui sì dovrebbe arrivare a breve. Il tutto sarà coronato, sempre Udine, da una suggestiva serata in cui questi grandi campioni saranno celebrati, anche attraverso la proiezione di immagini d'archivio delle loro imprese. PPD