[Comunicato stampa Giunta regionale Veneto]
1288/2002 SCU SCUOLA: BORSE DI STUDIO A INSEGNANTI PER PERFEZIONARSI ALL’ESTERO

mercoledì 14 agosto 2002


(AVN) – Venezia, 14 ago. – Borse di studio anche per gli insegnanti per promuovere la mobilità internazionale nella scuola veneta. La giunta regionale - su proposta dell’assessore all’istruzione, cultura e identità veneta Ermanno Serrajotto – ha infatti approvato anche per il prossimo anno scolastico il bando di concorso per l'assegnazione di borse di studio a docenti interessati a frequentare corsi o attività di perfezionamento all’estero, sulla base di progetti specifici. L’iniziativa – sottolinea Serrajotto – ha lo scopo di stimolare la sperimentazione di metodologie didattiche e contenuti disciplinari diversi e di stabilire rapporti con istituzioni scolastiche di altri Paesi. Anche in questo secondo anno di sperimentazione saranno messe a concorso 28 borse di studio del valore di 5200 euro ciascuna e saranno assegnate, in ragione di quattro per ciascuna provincia, a insegnanti di discipline umanistiche delle scuole medie superiori (con esclusione delle discipline giuridiche, politiche ed economiche), che rivestano la funzione di "figura obiettivo" o "figura di sistema". I Paesi in cui poter seguire le attività di perfezionamento sono Gran Bretagna, Irlanda, Germania e Austria. Le borse di studio dovranno essere fruite dagli insegnanti che risulteranno vincitori nel periodo di congedo ordinario. Uno dei requisiti richiesti è la conoscenza di base della lingua del Paese scelto per l’utilizzo della borsa di studio. Le domande di partecipazione al concorso dovranno pervenire in Regione entro il 31 ottobre prossimo, corredate dal nullosta del dirigente scolastico e dal progetto di autoformazione proposto dall’insegnante. I titoli saranno valutati da una apposita commissione, dando preferenza ai candidati che non abbiano fruito precedentemente di altra borsa di studio per perfezionarsi all’estero.