[Comunicato stampa Giunta regionale Lazio]
Cotral, sottoscritto aumento di capitale: al via la riqualificazione dell’azienda

martedì 5 novembre 2002


 

 

Roma, 5 novembre 2002

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

La Giunta regionale ha sottoscritto l’aumento di capitale di COTRAL, la SpA che assicura la mobilità fra le città del Lazio. Lo ha annunciato l’assessore ai Trasporti e lavori pubblici, Francesco Aracri.

Con un corrispettivo di 1 milione di euro, sono state assicurate al patrimonio della Pisana 10 milioni di nuove azioni. Il provvedimento è stato adottato nella seduta di Giunta del 25 ottobre e sono seguiti immediatamente i necessari atti amministrativi. La Regione tutela in questo modo il mantenimento della maggioranza azionaria della società.

Con questo passo, la Giunta Storace ha dato il via alla riqualificazione finanziaria della più grande azienda di trasporto extraurbano italiana, terza in Europa.

«Al termine della manovra in corso – ha detto Aracri – saranno finalmente conseguiti i parametri necessari per dare impulso al proceso di riaccredito e di trasformazione del Cotral».

«Purtroppo – ha aggiunto Aracri - com’è noto, il Cotral sconta il dissesto economico del Li.LA. L’esposizione debitoria ereditata da questa azienda, gestita in modo fallimentare dal centrosinistra, si è rivelata tale da mettere a repentaglio quantità e qualità dei servizi da assicurare alla cittadinanza laziale».

«In sede programmatica e in quella politica e istituzionale – ha aggiunto l’assessore – la maggioranza di centrodestra ha indicato e ha perseguito, fin dai suoi primi atti di governo, obiettivi di efficienza e di affidabilità. I traguardi che verranno raggiunti, daranno corpo al nostro proposito di fare del trasporto qualcosa di più di una necessità da soddisfare e di una scelta da incrementare. L’idea – ha concluso Aracri - è di appoggiare al trasporto certezze infrastrutturali di servizio allo sviluppo. Questa è la direzione nella quale ci stiamo muovendo magari in modo poco appariscente, ma sempre avanzando con costanza e fermezza, da due anni a questa parte».