[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
REGOLAMENTO PER REGISTRO ORGANIZZAZIONI

lunedì 3 febbraio 2003


(ARC) Trieste, 03 feb - La Giunta Regionale ha oggi approvato il Regolamento per la tenuta e la revisione del Registro generale delle organizzazioni di volontariato così come proposto dall'assessore al Volontariato, Alessandra Guerra.

Il testo - che fa riferimento sia alla legge quadro nazionale sul volontariato sia a quella regionale che disciplina i rapporti tra le istituzioni pubbliche e le organizzazioni del settore - si compone di 8 articoli e disciplina le modalità, le condizioni e i requisiti per l'iscrizione al "Registro generale delle organizzazioni di volontariato del Friuli-Venezia Giulia", nonché la tenuta e la revisione del Registro stesso.

Possono essere iscritte a tale Registro le organizzazioni liberamente costituite da almeno 180 giorni, dotate di autonomia amministrativa e contabile, aventi sede legale in regione e che svolgono attività di volontariato senza fini di lucro e solo per fini di solidarietà.

Questi i requisiti richiesti (che devono essere previsti negli atti sociali delle organizzazioni di volontariato): assenza di fini di lucro, democraticità della struttura, elettività e gratuità delle cariche associative, criteri di ammissione ed esclusione degli aderenti, loro obblighi e diritti, obbligo di formazione del bilancio e modalità di sua approvazione da parte dell'assemblea degli aderenti.

Il Regolamento elenca quindi i settori nei quali si articola il Registro: sociale (sanità, assistenza, educazione sportiva); culturale (istruzione, beni culturali, educazione permanente, attività culturali); ambientale (tutela, risanamento e valorizzazione dell'ambiente); dei diritti civili e delle attività innovative (tutela dei diritti del consumatore e dell'utente dei pubblici servizi); della solidarietà internazionale; della protezione civile; del servizio civile sostitutivo.

La Regione ha tempo 60 giorni dalla presentazione della domanda per l'iscrizione (o il suo motivato rigetto); il Registro è pubblico e ogni due anni il Servizio del Volontariato deve provvedere alla sua revisione per verificare la permanenza dei requisiti d'iscrizione dei vari organismi.

Per la vicepresidente Alessandra Guerra l'approvazione del regolamento consentirà al mondo del volontariato - sempre più importante in vari settori di attività e della vita civile - di poter operare al meglio e di avere, nel contempo, le giuste garanzie di certificazione della serietà e della qualità di ogni singola organizzazione.

NNA