[Comunicato stampa Giunta regionale Abruzzo]
SANITA': DOMENICA 30 MAGGIO GIORNATA NAZIONALE DEL SOLLIEVO IN VENETO MASSIMA ATTENZIONE E STRUTTURE CONTRO IL DOLORE

giovedì 27 maggio 2004


942/2004 (SAN)

 

(AVN) Venezia, 27 mag. - "La lotta al dolore e l'attenzione alla persona e agli aspetti umani della sofferenza è una delle priorità più alte di tutte le Regioni, che confermano la loro adesione e l'impegno su tutto il territorio nazionale per la terza edizione della Giornata Nazionale del Sollievo". Lo ha sottolineato l'Assessore alla sanità del Veneto, anche nella sua veste di coordinatore degli Assessori alla sanità delle Regioni italiane, partecipando a Roma con il Ministro della Salute alla presentazione della Giornata che, il 30 maggio prossimo, vedrà impegnate moltissime strutture sanitarie, Asl e Regioni in diverse iniziative di sensibilizzazione, che si affiancano alle azioni già in atto sul piano della formazione del personale, della ricerca di terapie sempre più incisive, di protocolli operativi  tutti rivolti a garantire la qualità della vita ai pazienti con patologie caratterizzate da dolore acuto. "Occorre - ha aggiunto l'assessore - che Governo e Regioni lavorino ancora assieme per dare piena attuazione all'Accordo 'Ospedale Senza Dolore', al 'Progetto Obbiettivo per la Rete delle Cure Palliative', ed al 'Programma di realizzazione delle Cure Palliative'". "Su questo fronte - aggiunge l'assessore - in Veneto si sono fatti importanti passi avanti: con una delibera del dicembre scorso sono stati trasferiti a carico del servizio sanitario pubblico importanti farmaci antidolorifici come il paracetamolo, il paracetamolo più codeina, il tramadolo cloridrato; in molti ospedali sono state condotte indagini tra i pazienti per conoscere a far conoscere al meglio anche agli operatori come il malato vive l'esperienza del dolore e cosa vorrebbe per sopportarla meglio;  sono stati realizzati, o sono in corso di realizzazione, vari Hospice dedicati ai malati terminali; particolarissime attenzioni sono state poste al dolore nei bambini con l'avvio della realizzazione di un Centro Regionale di Riferimento per Cure Palliative e Terapia Antalgica Pediatrica e di una Rete Regionale di Assistenza tesa a ridurre al minimo indispensabile i ricoveri negli ospedali dei piccoli pazienti". In Veneto gli Hospice extraospedalieri già attivati sono 4: Cologna Veneta (Verona); "Immacolata Concezione" di Padova; "Bonora" di Camposampiero (Padova), "Casa Tua Due" di Belluno, per un totale di 40 posti letto. In fase di autorizzazione sono altri due Hospice a Este (Padova) e a Bassano (Vicenza) per altri 16 posti letto. Sul piano della formazione specifica del personale, tra il 2001 e il 2003, sono stati formati circa 500 operatori di vario livello delle aziende Sanitarie nei cui distretti sono previsti i Nuclei di Cure Palliative. Si stima che in Veneto ci siano oggi circa 125 mila persone che hanno avuto una diagnosi di tumore (59 mila maschi e 66 mila femmine), e che il loro numero sia in aumento, sia per l'incidenza stessa della patologia, sia per la maggior durata della sopravvivenza (dopo 5 anni dalla diagnosi di neoplasia sono viventi, grazie all'accresciuta incisività delle cure, il 39% dei maschi e il 56% delle femmine). Alla Giornata Nazionale contro il dolore aderiscono tutte le Ullss del Veneto con iniziative varie che saranno rese note in sede locale.