[Comunicato stampa Giunta regionale Calabria]
Attuazione degli interventi riguardanti i Programmi di Sviluppo Urbano (PSU) previsti dal POR Calabria: incontro del 12 novembre

mercoledì 10 novembre 2004


Catanzaro, 10 novembre 2004

 

 

L’Assessore Regionale all’Urbanistica, avv. Raffaele Mirigliani, ha convocato per il giorno 12 novembre alle ore 10 una riunione, presso la sede COMALCA in Località Germaneto di Catanzaro, al fine di avviare l’attuazione degli interventi riguardanti i Programmi di Sviluppo Urbano (PSU) previsti dal POR Calabria.

Per l’assegnazione dei fondi ai comuni interessati con popolazione superiore ai 15.000 abitanti (con esclusione degli enti locali beneficiari dell’azione 5.1.a) è stato effettuato un bando al quale hanno partecipato le amministrazioni di Acri, Castrovillari, Cassano, Corigliano, Gioia Tauro, Montalto Uffugo, Palmi, Paola, Rosarno, Rossano, S.Giovanni in Fiore, Siderno e Taurianova.

L'azione è finalizzata alla promozione di interventi di riqualificazione fisica e rigenerazione sociale (infrastrutture, patrimonio edilizio, spazi pubblici, adeguamento dei servizi, interventi diretti verso le persone ad alto rischio di emarginazione sociale, sostegno all'occupazione e all'inclusione sociale). Le tipologie di intervento ammesse sono:

miglioramento, adeguamento, potenziamento di servizi sociali urbani, per il recupero e l'inclusione sociale e per la promozione di politiche di pari opportunità (in particolare nel settore culturale, nei servizi diretti agli anziani, all'infanzia e ai cittadini e gruppi disagiati, a rischio o emarginati);

recupero, riconversione, riuso, valorizzazione ambientale di aree dismesse, ai fini sociali o produttivi e per il miglioramento della qualità urbana;

recupero, riconversione e riuso ai fini sociali di strutture e spazi pubblici o privati abbandonati, sottoutilizzati, degradati o inutilizzati;

infrastrutture culturali, ricreative o sportive, qualora contribuiscano alla creazione di posti di lavoro duraturi e alla coesione sociale;

miglioramento della qualità degli spazi pubblici (arredo urbano, verde, pubblica illuminazione, ecc.);

realizzazione di sistemi di spazi verdi, percorsi ecologici urbani e percorsi ciclabili;

recupero, valorizzazione e qualificazione del patrimonio architettonico, storico, artistico, archeologico dei centri storici;

sostegno alla creazione ed all'offerta di servizi per la cultura ed il tempo libero.

Gli interventi previsti comporteranno un investimento regionale pari a €.37.632.600 che saranno ripartiti: per il 50% (€. 18.816.300) in rapporto alla popolazione residente ed alla superficie territoriale dei comuni; per il 45% (€. 16.934.670) in proporzione al punteggio da ciascun PSU; il 5%, infine, costituisce una riserva di premialità che sarà attribuita ai vari comuni in relazione alla capacitàò dimostrata di attivare rapidamente la spesa e di raggiungere gli obiettivi prefissati.