[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
Agriturismo, cresce e si qualifica la presenza femminile

giovedì 29 novembre 2007


Formazione, l’intervento dell’assessore Cenni al convegno di Monteriggioni
Agriturismo, cresce e si qualifica la presenza femminile
Le imprenditrici guidano il 39% delle aziende, +6% rispet! to a 6 anni fa

di Massimo Orlandi
Firenze  “La ricerca conferma come la presenza e il ruolo delle donne nel settore agricolo in generale e in quello agrituristico in particolare costituisca un importante elemento di qualificazione”. Così l’assessore regionale all’agricoltura e alle pari opportunità Susanna Cenni sintetizza i contenuti del lavoro  sulla presenza femminile nel settore agrituristico presentato oggi al complesso di Abbadia Isola, a Monteriggioni (Siena) nell’ambito di un convegno dedicato all’esperienza di formazione in agricoltura nell’area senese nell’ambito del progetto comunitario Equal Flo.vi.tur.
Secondo i dati Istat nell’agriturismo il numero delle aziende a conduzione femminile sfiora il 39% (era al 33,8 sei anni fa). Una gran fetta delle 3.800 aziende agrituristiche toscane sono quindi condotte da donne. Un risultato che l’assessore ha spiegato co! sì: “E’ nell’azienda multifunzionale ! come que lla agrituristica che la donna trova il suo spazio più adeguato, esprimendo al meglio le doti tipiche dell’imprenditoria femminile, valorizzando le risorse culturali e produttive tipiche della propria zona e azienda”.
Dalla ricerca effettuata nel territorio senese emerge chiaramente come il settore agrituristico rappresenti sempre più un ambito di eccellenza dell’imprenditoria femminile: “C’è una crescita di peso e di valore della donna nei processi decisionali e nella definizione di scelte strategiche dell’azienda, come anche nella capacità di valorizzazione delle risorse culturali e produttive tipiche della zona” ha osservato l’assessore che ha poi spiegato come il Piano di sviluppo rurale, recentemente approvato, possa sostenere allo stesso tempo, la presenza della donna e la crescita di qualità delle aziende agrituristiche. Le misure del piano dedicate all’agriturismo, infatti,! sono destinate a favorire la qualità delle aziende, la loro multifunzionalità  e la  diversificazione delle loro attività. Nel concludere il suo intervento l’assessore ha anche espresso un apprezzamento x il lavoro delle Povince di Siena e Grosseto sul progetto Eqal Flo.vi.tur.