[Comunicato stampa Giunta regionale Friuli Venezia Giulia]
GIUNTA TONDO, LA SQUADRA: DELEGHE ATTUALI E FUTURE

lunedì 5 maggio 2008


05/05/2008 07:57 PM
Soggetto:  (ARC) GIUNTA TONDO, LA SQUADRA: DELEGHE ATTUALI E FUTURE

 

  Trieste, 05 mag - Un regolamento della scorsa legislatura
blocca, per il momento, lo spacchettamento delle competenze ai
dieci assessori della Giunta Tondo, definiti dal presidente, che
li ha presentati ufficialmente nel pomeriggio alla stampa
confermando di voler lavorare con questo esecutivo per il resto
della legislatura, "carichi di entusiasmo e di voglia di
lavorare, ma anche consapevoli che il compito sarà impegnativo".

Commentando gli ultimi scampoli di opposizione alla sua squadra,
Tondo ne ha confermato l'assoluto equilibrio.  Prendendo atto
delle "polemiche" apparse sui media, il governatore ha notato
come in una regione di un milione e 200 mila abitanti l'eccessivo
campanilismo sia da superare e ha assicurato ai cittadini di
Gorizia e dell'Isontino pieno e concreto appoggio.

Di fatto Luca Ciriani (vicepresidente) Sandra Savino, Elio De
Anna, Roberto Molinaro, Vladimir Kozic, Alessia Rosolen, Claudio
Violino, Vanni Lenna, Riccardo Riccardi e Federica Seganti
saranno, per questo primo step, preposti ciascuno alle rispettive
competenze in modo analogo ai loro predecessori e con le medesime
deleghe.

Ciriani diventa così assessore alle Attività Produttive; Savino
alle Risorse Economiche e Finanziarie, Patrimonio e Servizi
Generali; Elio De Anna all'Organizzazione del Personale e ai
Servizi Informativi; Molinaro all'Istruzione, Cultura, Sport e
Pace; Kosic alla Salute e Protezione Sociale; Rosolen al Lavoro,
Formazione, Università e Ricerca; Violino alle Risorse Agricole,
Naturali e Montagna, Lenna all'Ambiente e Lavori Pubblici;
Riccardi alla Pianificazione Territoriale, Energia, Mobilità ed
Infrastrutture di Trasporto; Seganti alle Relazioni
Internazionali, Comunitarie ed Autonomie Locali.

Si tratta di deleghe provvisorie, perché già oggi è stata
approvata, nel corso della prima riunione di Giunta, una modalità
di ridistribuzione delle medesime.

Posto che rimarranno in capo al presidente le politiche
internazionali e comunitarie e quelle per la montagna, la
riorganizzazione degli assessorati prevede comunque che Ciriani,
Lenna, Savino e Kozic conservino le deleghe attualmente
assegnate, mentre Molinaro si occuperà di Istruzione, Cultura e
Formazione professionale e avrà la delega per la Politica della
Famiglia. A Lavoro, Università e Ricerca l'assessore Rosolen
unirà Pari Opportunità e Politiche Giovanili, mentre Seganti si
occuperà di Pianificazione, Autonomie locali e Sicurezza. De Anna
aggiungerà al Personale le Attività Ricreative e Sportive e
Riccardi si occuperà di Mobilità, Energia ed Infrastrutture di
trasporto.

La bozza di modifica dell'attuale regolamento dell'organizzazione
sarà sottoposta alle sigle sindacali e, una volta approvata
ufficialmente dalla Giunta,andrà al vaglio dalla competente
Commissione consiliare. Il presidente Tondo ha confermato che per
completare il percorso saranno necessari un paio di mesi ma
questo non rallenterà certo i lavori dell'esecutivo. Anzi.

La Giunta si riunirà ogni giovedì pomeriggio, a partire dal
prossimo giovedì 8 maggio, per consentire agli uffici di lavorare
sulle decisioni prese già il venerdì mattina. Tondo ha dichiarato
anche che non ci saranno più Giunte itineranti. Salvo eccezioni
di rilievo, il Governo regionale si riunirà a Trieste o,
eventualmente, nelle sedi della Regione di Udine, Pordenone e
Gorizia, oltre che a Villa Manin durante l'estate.

  ARC/LVZ